AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

sabato 25 gennaio 2020

Diritto: Il Popolo, il Potere...

 Enrico De Nicola:  "Onorevoli colleghi, è con un senso di nuova e profonda commozione che ho pronunciato or ora la formula abituale con la quale da questo seggio nei mesi passati ho, cento e cento volte, annunciato all’Assemblea il risultato delle votazioni.

Di tutte queste, quest’ultimo ha riassunto il significato e gli intenti affermandoli definitivamente e senza eccezione come Legge Fondamentale di tutto il Popolo Italiano.

Ad ogni Organo, il compito costituzionale proprio di fare le Leggi al Parlamento, al Governo di applicarle, ed alla Magistratura di controllare la retta osservanza.

Ma, con la Costituzione questa Assemblea ha inserito nella struttura dello Stato repubblicano altri organi, ignoti al passato sistema: la Corte delle garanzie costituzionali sancita a difesa dei diritti e delle libertà fondamentali, ma NON a preclusione di progressi ulteriori del Popolo Italiano.

La Costituzione postula senza equivoci le riforme che il Popolo Italiano, in composta fiducia rivendica.

Mancare all’impegno sarebbe nello stesso tempo violare la Costituzione e compromettere, forse definitivamente l’avvenire della Nazione Italiana.

(Vivissimi generali applausi).

L’Assemblea ha pensato e redatto la Costituzione come un solenne patto di amicizia e fraternità di tutto il Popolo italiano, cui essa lo affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore”


Link: https://www.italianotizie24.it/la-costituente-il-popolo-e-il-mandante-della-magistratura/

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento