AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

martedì 17 settembre 2019

Alimentazione: E le proteine?

Prima alcuni fatti incontrovertibili. Il periodo di massima crescita, i primi sei mesi, dove il bambino raddoppia il proprio peso, si alimenta con un SOLO ALIMENTO scarsamente proteico, circa l'1.2%.  Addio alle diete altamente proteiche.

Il funzionamento delle proteine e' plastico, di costruzione, ma non solo dei muscoli. Dopo che le ossa hanno smesso di crescere, anche i muscoli smettono di farlo senza stimolo esterno,  e quindi, la richiesta proteica per i muscoli diviene praticamente quasi nulla.

I muscoli, consumano l'incredibile cifra di circa 4 calorie per libbra(450gr!). Addio per le diete altamente proteiche.

Il maggior uso delle proteine, meglio sarebbe dire gli amminoacidi, e' per la  costruzione degli enzimi, e per gli ormoni (insulina, gh, igf-1, etc...). Per i muscoli, praticamente nulla....

Detto questo, ci sono 3 sorgenti di proteine: 1 dall'esterno, ovvero dal cibo, e 2 dall'interno. Una avviene con un mostruoso riciclo proteico: da circa 50gr fino a circa 300gr di proteine giornaliere!!! Ancora convinti delle diete altamente proteiche.

Ma ancora più sbalorditivo, e' che ultimamente si e' scoperta una nuova fonte di amminoacidi(i mattoncini che creano le proteine): dei batteri nell'intestino che li creano per noi!

Ci sarebbe da studiare una quarta fonte: l'aria, la quale e' per il 78% formata da azoto. Se poi, pensiamo che, la maggior differenze degli amminoacidi, confrontata alle altre particelle, e' la presenza di azoto, possiamo anche capire, come l'aria che respiriamo, ne sia una fonte per noi.

Le linee guida mondiali, parlano di circa 45-55gr al giorno di proteine per le donne, e circa 60-70gr al al giorno per gli uomini. Come hanno misurato questi valori? Con un surrogato!!! Ovvero, misuro B per dedurre A!

In pratica, calcolando l'azoto in entrata e quello in uscita, hanno determinato i fabbisogni proteici! Se proprio volessero esser stati precisi, avrebbero: prima dovuto capire, che l'azoto in uscita dalle urine e feci, e' quello in eccesso, e secondo, sarebbero dovuti partire da una quota proteica quasi nulla, per portare a zero l'uscita di azoto in eccesso, e mano mano incrementare la quota proteica, fino a trovare il limite, oltre il quale, il corpo umano, comincia a liberarsi di azoto!

Scordatevi l'equazione più proteine più muscoli o più salute, in quanto dopo che la quota minima e' stata soddisfatta, il corpo umano si sbarazza dell'azoto in eccesso, purtroppo creano residui davvero tossici, come l'ammoniaca!

Non per niente, tutti i test di longevità fatti sono giunti ad una conclusione: meno proteine, più longevità. Più che ingerire più proteine, alla ricerca di non so' che cosa, chiudete i buchi che portano alle perdite, e riducete i fabbisogni nutrizionali indotti, i quali, derivano sempre dai così detti cibi che ingeriamo, i quali, portano a tossiemia profonda, ed acidosi metabolica.

Per i patiti dei muscoli, i quali sono una ottima cosa, meglio avvicinarsi al Culturismo, e dare modo al corpo di utilizzare meglio le proteine ed amminoacidi ingeriti. Infatti negli atleti, e nei test seri, si e' notato una diminuzione della richiesta proteica!

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento