AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

domenica 4 agosto 2019

Alimentazione: Longevità e stile di vita

Da ex-ricercatore professionista, ed ora indipendente, mi sento davvero male, a sentire tutti questo pseudo esperti di nutrizione youtubari, che, per 4 spiccioli, rigurgida nozioni altrui, che sono alla stregua della stregoneria, senza essersi presa la briga di "ricercare" e capire.

Il primo passo per una ricerca che si possa definire scientifica, e' l'osservazione del fenomeno che su vuole studiare. Nel nostro caso, basta rivolgersi alla natura, ed alle differenti specie animali sul pianeta. Facciamolo, con gli occhi della longevità.

Ad una prima osservazione, possiamo dedurre, che gli esseri viventi più longevi, sono quelli che hanno una alimentazione scarsamente solida e liquida, e poverissima di nutrienti: Le piante. Questi meravigliosi organismi viventi, possono arrivare a vivere così a lungo, da far impallidire qualsiasi animale sulla terra! Parliamo di migliaia di anni!

Dopo di loro, abbiamo degli organismi unicellulari, ed alcuni animali acquatici, che, come le piante, hanno una alimentazione davvero infima.

Scendendo ancora, abbiamo i fruttivori , seguiti dagli erbivori, rodivori, ed infine i più mortali: I carnivori.

E' inutile inventarsi strane e fantasione teorie: più si mangia, sopratutto di proteine, che provengano da atti predatori, più la longevità diminuisce. Senza parlare la qualità della vita: costante ricerca di cibo, si passano più ore a dormire che a vivere, etc...

Quindi, alla luce di questi inconfutabili preliminari fatti, frutto di una osservazione della natura, viene da chiedersi, come mai, ancora si promuove l'uso di cadaveri al fine nutrizionale, i quali non faranno altro che peggiorare la salute sotto tutti i punti di vista.

Soldi, commercio, 5 minuti di visibilità sulla rete, e deficienze mentali, ovvero, ignoranza! Poi, ancora devo sentir parlare di proteine, quando sembra che senza mangiarne a vagonate, la vita non possa continuare.

Nel periodo di crescita maggiore, tutti gli animali, hanno la massima richiesta nutrizionale, e proteica anche, ora, quale' la percentuale di esse nel latte materno? Tra il 2% e lo 0.8%!!! Come mai, dopo, quando la crescita e' praticamente assente, ne devo mangiare uno sproposito? Il bambino cresce in salute, con un solo alimento, scarsamente proteico, ed allora, perché dopo avrei la necessita di questa mescolanza di cibi, del tutto innaturali e per di più cotti e distrutti?

Per Informazione ed Organizzazione Conferenze Fruttariane / Melariane:

e-mail: sandro.digaia@gmail.com
Telefono 3927513072

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento