AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità.

lunedì 30 aprile 2018

False scie chimiche?




 Tutto pronto con un pezzo di giornalismo scientifico. Il 16 settembre 2013 Silvia Bencivelli, allora collaboratrice de La Stampa, scrive un'inchiesta su una delle teorie del complotto più popolari degli anni: le scie chimiche. Partendo da una storia inventata nel 1997 da due truffatori americani, racconta la genesi e la diffusione mondiale della bufala secondo cui le normali scie di condensazione degli aerei sono in realtà nubi di sostanze chimiche irrorate per avvelenare (o forse sterilizzare) buona parte dell'umanità . Benché il tema sia oggi, fortunatamente, un po 'in declino (sbeffeggiato perfino su Topolino), l'idea di un complotto occulto ai danni dell'umanità (ordito da chi, non è mai stato chiaro ...) ha goduto fino a qualche anno fa di una certa popolarità, 

 Fatto sta che, pubblicato l'articolo sulla prima pagina della Stampa e sul sito del quotidiano, per Bencivelli si scatena l'inferno. Dopo appena mezz'ora dalla pubblicazione online, sulla casella di posta elettronica della giornalista arriva una email di Marcianò: «Non ti vergogni?». Da quel momento inizia un vero e proprio mail-bombing da parte dei seguaci di Marcianò, un cui segue una valanga di messaggi aggressivi su Facebook, incitati dallo stesso guru delle scie chimiche. «Una bufera a cui non è minimamente preparata - racconta lei - Io mi occupo di neutrini e balene, mai avrei pensato di poterne scrivere un racconto odio con un mio scritto». 

 I messaggi diffamatori e intimidatori proseguono per anni, vari vari canali (anche YouTube) e con toni di incredibile violenza e volgarità. «Purtroppo - racconta Silvia Bencivelli - essendo una donna, le minacce si declinano immediatamente in versione sessista. Mi sono confrontato con altri colleghi uomini, anche loro insultati per ciò che hanno scritto. Ma il tono è decisamente diverso. Se un uomo si vede apostrofato con termini vieni "idiota" o "venduto", per una donna la definizione più gentile è «tr ...». Agli aggressori si è allora, via via, unito un coro di difensori, che, nonostante le buone intenzioni, sono stati spesso molesti in un periodo in cui ero già sotto stress per le email di posta ». Insomma, un assedio incessante che si trasforma presto in un incubo. 




Alessandro

Soggetto di Diritto e il Soggetto Giuridico




Alessandro

sabato 28 aprile 2018

Se non ci fossero i disabili Gravissimi...



Alessandro

Tutti a Verona il 3 Maggio



Alessandro

Ancora sui Figli





Alessandro

venerdì 27 aprile 2018

Vaccini a scuola?



Approvato dall’UE il piano per sviluppare e attuare le vaccinazioni nazionali e regionali entro il 2020, al fine di raggiungere una copertura pari almeno al 95% per il morbillo. Allo stesso tempo ci si propone di combattere la disinformazione.

In Europa
L’UE, ne parla Repubblica.it,  ritiene fondamentale la cooperazione tra gli stati membri e, a tal fine, propone l’adozione di scheda di vaccinazione digitale comune, affinché possa essere condivisa facilmente.  Si vorrebbe, inoltre, avviare un percorso che dovrebbe condurre nel 2020 all’adozione di  linee guida per un programma UE di vaccinazione di base.

Un’altra proposta dell’Unione  consiste nella previsione di controlli di routine dello stato vaccinale e opportunità periodiche di vaccinazione nelle diverse fasi della vita, ad esempio nelle scuole e sui posti di lavoro.

Per combattere la disinformazione, infine, è prevista la creazione di un portale europeo che contenga tutte le informazioni relative alle vaccinazioni.

In Italia
In Italia, com’è noto, dal corrente anno scolastico le vaccinazioni sono obbligatorie per i minori da 0 a 16 anni, minori stranieri non accompagnati compresi.

La mancata vaccinazione comporta l’esclusione dalle scuole dell’infanzia e dagli asili nido. Un multa, invece, è prevista per le famiglie che non provvedono a vaccinare i figlio frequentanti la scuola primaria e secondaria (sino a 16 anni)



Alessandro

Scie Chimiche nei films



Alessandro

Capitale Umano




Link: https://www.istat.it/it/files/2014/02/Il-valore-monetario-dello-stock-di-capitale-umano.pdf

Alessandro

Eccolo il fronte Nuvoloso






Alessandro

Coree e Sira

La situazione delle Coree, volge proprio come avevo previsto: Solo pantomima tra le parti, per Tentare di passa alla storia come quelli Che... Sono talmente piccoli, nelle loro opere questi omuncoli, che hanno bisogno di tutto questo clamore mediatico, per rimanere sotto la luce dei riflettori.

Stessa cosa il Caso Siria, solo che qui' ci sono civili inermi che muoiono. Comincio a sospettare che nessun missile sia mai stato lanciato dagli Alleati, e che nessuna contro aerea russa sia mai stata usata. 

Poi, figuratevi questo Mostro Nucleare, sempre chiamato, ma mai verificato. Mettiamoci in Testa, che questi sono psicopatici....

Alessandro

Di chi sono I Bambini ed i Figli?

E' interessante notare, la differenza tra Bambini e Figli. Ora, un bambino, potrebbe pure esser orfano, e quindi "adottato" dallo "Stato", il quale, ne rivendica la proprietà, come una cosa!

Come sempre dico, occhio alle parole ed a evitare assunzioni e presunzioni: Un conto sono i Figli, i quali hanno i genitori Naturali, un Conto i Bambini..

Detto questo, nessun Essere Vivente può rivendicare la Proprietà di un'altro, essendo Ogni Singola Vita Sacra ed Autonoma. Quindi, Genitori cari, levatevi dalla testa che i Figli Sono vostro, e rispettateli in quanto Dei, Figli di Divinità!


Alessandro

Di chi sono i Bambini?



Il Primo Ministro ricorda amichevolmente ai genitori del Regno Unito che lo Stato possiede i loro figli

LONDRA (Reuters) - Alla notizia di un'alta corte che ordinava il supporto vitale rimosso da Alfie Evans, di due anni, il primo ministro inglese Theresa May ha rilasciato un breve promemoria ai cittadini del Regno Unito che lo stato onnipotente possiede effettivamente i loro figli.


"Sì, siamo abbastanza gentili da permettere ai tuoi figli di risiedere con te e per farti prendere molte decisioni nella vita di tutti i giorni, ma quando la gomma incontra la strada, vogliamo solo che tu ricordi che il Lo stato onnipotente dello Stato possiede i tuoi figli e li farà come vorremmo ", ha detto. "Prendiamo tutte le decisioni importanti e praticamente non dici quando arriva il momento. Tienilo a mente e rimani al tuo posto. "

Il primo ministro ha inoltre ricordato ai britannici che hanno rinunciato al diritto di prendere decisioni importanti per la loro famiglia quando hanno deciso di consegnare al governo il controllo dell'assistenza sanitaria, della sicurezza sociale, dell'istruzione, delle armi e della libertà di parola.


Alessandro

Il Grande Fratello

"...George Orwell: profetico, oppure porta sfiga?..."


Droni Polizia Volano in questa aera per la tua sicurezza!

Alessandro

Ultimo Ballo



Alessandro

mercoledì 25 aprile 2018

Del 25 Aprile


Alessandro

Il Nome? Un segno



Alessandro

Abominio Umano



Alessandro

25 Aprile: La festa degli sconfitti



Alessandro

Siria: Alcuni Dati



Alessandro

venerdì 20 aprile 2018

Vai di Multe!

Torino: niente premio ai vigili urbani che fanno poche multe
Il comandante ha indicato il numero di verbali da raggiungere per il 2018




Fare multe è una delle attività principali dei vigili, ma nessuno ha mai legato il numero di sanzioni al premio di risultato degli agenti. A Torino, invece, il comandante della polizia municipale, Emiliano Bezzon, arrivato da meno di sei mesi, ha superato questo tabù. E nelle lettere che sono arrivate lunedì alle diverse sezioni e reparti ha messo nero su bianco il numero di multe fatte nel 2017 e l’obiettivo che si dovrà raggiungere nel 2018, settore per settore.

Il traguardo è quello di incrementare la quantità di verbali, cosa di cui beneficeranno anche le casse del Comune guidato dalla pentastellata Chiara Appendino. La stessa sindaca che nell’anno in cui è stata eletta ha lanciato la campagna contro la malasosta e che ora deve fare i conti con un piano di rientro dei conti complesso. Poter vantare qualche incasso in più nel corso del 2018 può far comodo. I numeri indicati nelle schede fanno parte “degli obiettivi definitivi a lei assegnati per l’anno 2018 - si legge nelle comunicazioni – unitamente al criterio complessivo di valutazione di risultato per la corresponsione del conseguente premio economico”. Fuori dal burocratese, vengono indicati i paletti per centrare il punteggio che determinerà il premio economico 2018. A sentire i bene informati a palazzo Civico è la prima volta che in una scheda viene indicato il numero di sanzioni come metro di giudizio. Di solito si usa il termine controlli. Ovvio che se ci sono maggiori i controlli, probabilmente, sono maggiori anche le quantità di multe. La forma, però, conta. Il comandante Bezzon ha preferito, invece, non fare giri di parole. Meglio usare il termine sanzioni.

Il riferimento ai verbali fa parte degli “obiettivi di consolidamento o sviluppo dei prodotti, prestazioni, attività e servizi”. Nel calcolo complessivo pesano per il 30 per cento. Se una sezione ha fatto oltre 7 mila multe per malasosta, Bezzon chiede non solo di confermare il numero, indicando un bel 100 per cento alla voce “mantenimento”, ma di incrementare in maniera sensibile il valore atteso.

Vanno aumentati sia i verbali sulle norme di comportamento, sia sul divieto di sosta, sia sul decoro urbano. Indicazioni che i responsabili delle diverse sezioni della polizia municipale di Torino, anche se la cosa sta creando molti malumori all’interno del Corpo, non potranno che rispettare se vorranno prendere il premio di fine anno. Sarà difficile, sia per il comando di via Bologna sia per il Comune, dire che la polizia municipale non viene impiegata per fare cassa. Negli ultimi sei mesi nei corridoi si diceva, come indicazione verbale dei vertici, che bisognava aumentare le multe che nel 2017 hanno raggiunto il picco minimo, complessivo. Gtt, insieme al Comune, aveva rivisto le regole di ingaggio dei “vigilini” per multare chi non paga la sosta nelle strisce blu. Inserire ora il numero di verbali come paletto preciso rispetto al premio di produzione è un invito chiaro a consumare i blocchetti di multe.


Link: http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/04/18/news/torino-194169890/

Alessandro

Dei suicidi



Alessandro

giovedì 12 aprile 2018

Ordinariato militare per l'Italia



L'Ordinariato militare per l'Italia (OMI) è una circoscrizione personale della Chiesa cattolica, assimilata ad una diocesi ed equiparata ad un ufficio dello Stato; ha giurisdizione su tutti i militari delle forze armate italiane (Esercito, Marina militare, Aeronautica, Carabinieri, insieme alla Guardia di Finanza, in quanto corpo di polizia ad ordinamento militare), sui loro familiari conviventi e sul personale civile in servizio presso le forze armate. È retto dall'arcivescovo Santo Marcianò.

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ordinariato_militare_per_l%27Italia

Alessandro

Vaccini: Usati come cavie




Link: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2018/04/vaccini-esperimenti-sui-bambini.html#more

Alessandro

Chimica Intelligente....




Alessandro

Questo e' Terrorismo




Alessandro

Siria, America, Russia...

La solita pantomima per creare gli schieramenti: quelli pro e contro Russia. Solo un allocco può ancora credere a queste puttanate.

Tutto e' stato prestabilito a tavolino, ed entrambi sono "colpevoli" di complotto e tradimento contro l'umanità. 

Spendere anche un solo centesimo per le armi, e' spenderlo con l'intento di uccidere. SVEGLIA!

Link: http://terrarealtime.blogspot.it/2018/04/mosca-ha-le-prove-i-famigerati-white.html

Alessandro

martedì 10 aprile 2018

Geo ingegneria



Alessandro

Gas in Siria: Fake news?



Alessandro

Di chi e' tutto il materiale?



Alessandro

I senza fissa Dimora



Alessandro

Apolidia



Alessandro

Ammiragliato



Alessandro

venerdì 6 aprile 2018

Tar Brescia: la richiesta di informazioni sospende l’obbligo di vaccinazione dei figli


La richiesta di informazioni sui vaccini, la loro sicurezza e il rischio di reazioni avverse blocca l’esclusione da scuola dei bimbi non vaccinati fino a quando la Asl non risponde. L’ordinanza 248/2018 depositata ieri apre un’altra breccia nella griglia degli obblighi fissati dalla legge Lorenzin. La storia è complicata, e bisogna raccontarla per capirne gli snodi. Nelle scorse settimane il Comune di Lovere aveva escluso un bambino dall’asilo nido perché la famiglia non aveva provveduto alle vaccinazioni o alla loro prenotazione entro il 10 marzo, data fissata dalla legge. Il Tar Brescia, con un primo decreto presidenziale, aveva sospeso il provvedimento del Comune, in attesa della decisione di merito messa in calendario per oggi.

La nuova ordinanza slitta al 9 maggio
Con la nuova ordinanza, l’ultima parola slitta ancora, al 9 maggio, ma è la ragione del rinvio a essere cruciale. Tra la famiglia e l’azienda sanitaria è in corso da mesi una battaglia a suon di lettere. L’inizio risale al 12 ottobre, quando la famiglia è stata convocata per la vaccinazione. La convocazione è andata a vuoto, i diretti interessati sostengono di non aver ricevuto la richiesta e si è arrivati alla seconda chiamata, tramite raccomandata, il 13 marzo. A quel punto la famiglia ha risposto con una domanda, chiedendo lumi sui vaccini, la loro sicurezza e gli eventuali rischi correlati.

La richiesta di informazione sospende l’obbligo
Questa domanda, secondo i giudici amministrativi bresciani, rientrerebbe negli obblighi di informazione a carico delle strutture pubbliche previsti dall'articolo 2 della legge Lorenzin, che in realtà parla solo di «iniziative di comunicazione istituzionale» promosse dal ministero. Fatto sta che, nella lettura del Tar, la richiesta di informazione sospende l’obbligo per le famiglie di vaccinare i figli, e l’obbligo per le strutture scolastiche di escludere i non vaccinati. Fino alla prossima puntata.

Link: http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2018-04-05/tar-brescia-richiesta-informazioni-sospende-l-obbligo-vaccinazione-figli--192822.shtml?uuid=AEB5mVTE

Alessandro

Biglino e Sovranità



Alessandro

Zimbelli del Mondo




Alessandro

Legalità al Colle






Link: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2018/04/un-piduista-al-quirinale.html#more

Alessandro

Allocchi a 5 Stelle




Alessandro

giovedì 5 aprile 2018

Lode agli Assassini?




Tutti lodino i 100 tiratori israeliani schierati sul terrapieno di Gaza

Non hanno difeso solo se stessi e il loro Stato, hanno difeso un’idea universale. Se le torme ululanti di palestinesi avessero superato quel confine nessuno avrebbe più potuto dormire tranquillo, da nessuna parte

Tutti lodino i 100 tiratori israeliani schierati sul terrapieno al confine con Gaza. Non solo il primo ministro Netanyahu, non solo il ministro della difesa Lieberman, non solo gli ebrei, non solo gli ebrei israeliani, non solo l’esercito israeliano (in cui militano, ricordarselo, molti drusi, beduini, arabi cristiani...), non solo i filo-semiti: anche gli anti-semiti. Anche un anti-semita la notte vuole dormire in pace, una volta chiusa la porta del proprio appartamento. E i 100 tiratori israeliani non hanno difeso solo se stessi e il loro Stato, hanno difeso un’idea universale. Il terrapieno di Gaza è un archetipo del confine. “Abbattere le frontiere vuol dire consegnare il mondo al caos” avvisa Jean Clair. Se le torme ululanti di palestinesi avessero superato quel terrapieno nessuno avrebbe più potuto dormire tranquillo, da nessuna parte. Tutti lodino i 100 tiratori israeliani schierati sul terrapieno di Gaza contro la violenza del numero.


Link: https://www.ilfoglio.it/preghiera/2018/04/03/news/tutti-lodino-i-100-tiratori-israeliani-schierati-sul-terrapieno-di-gaza-187301/#.WsZTB19QRaI.facebook

Alessandro

Dell' Alcol



Alessandro

L'Agenda Mondiale



Alessandro

Bersagli!



Link: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2018/04/italia-non-piu-bersaglio-nucleare.html

Alessandro

In un Colpo di click


Non si alzerà la sbarra del telepass
Non si accenderà al bancomat.
Non vi darà nulla il supermercato.
Non vi darà nulla neanche la farmacia.
Neanche le crocchette per i gatti potrete comprare.
Non potrete pagare la luce né il telefono.

Con un click, non esisterete più.
Sarete solo un codice non riconosciuto.
Vi è chiaro ora?"
(Francesco Neri)

Alessandro

mercoledì 4 aprile 2018

Le parole: Apprezzare - Stimare

Interessante Il significato di queste parole: Dare un Valore alle cose: separare!

Stimare = Sti (questo) Mare(Commercio). Trasportare le merci, per farne commercio...


Alessandro

Juno Moneta




Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Tempio_di_Giunone_Moneta

Alessandro

Mondo di Illusioni



Alessandro

La mattanza della Striscia di Gaza: ecco le reazioni dell’Occidente



Nel pressoché totale disinteresse degli organismi di pace internazionali, continua la strage di civili palestinesi nella Striscia di Gaza. Israele e l’occidente hanno le mani grondanti di sangue.

Le notizie che ci giungono dalla Striscia di Gaza, per quanto dolorose, non possono meravigliare più di tanto l’uditorio occidentale. Le facce contrite, gli occhi lucidi e tutto l’armamentario del perfetto buonista sono soltanto la coperta di Linus di una cultura ipocrita che in settant’anni non ha fatto altro che girarsi dall’altra parte. I sedici morti e le migliaia di feriti di venerdì scorso più che imputabili al regime di Tel Aviv, sono da addossare all’occidente. Le diplomazie del nuovo e del vecchio mondo sono le responsabili di questi morti. Di questi e di tutti quelli che si sono susseguiti in lunghi decenni. Il laissez faire che condisce la politica estera occidentale nei confronti d’Israele oltre che essere disdicevole a livello morale, sottolinea un’endemica e cronica sottomissione politica e culturale nei confronti di un paese che sin dalla sua nascita si è fatto beffa del diritto internazionale.


Del resto l’ennesima carneficina si è consumata in un contesto, diciamo così, storico. I militari israeliani hanno, infatti, aperto il fuoco, dopo un’innocua sassaiola, contro un nutrito corteo di manifestanti che marciava ai lati del confine per commemorare l’esproprio delle terre palestinesi, avvenuto nell’ormai lontano 1976. Hanno sparato nel mucchio, ad altezza uomo, hanno sparato per uccidere ed è quello che è accaduto.

Di fronte a quella che ha tutti i contorni di una battuta di caccia e non di un’operazione di polizia il segretario generale delle Nazioni unite, Antonio Guterres, ha chiesto semplicemente “un’indagine indipendente e trasparente”. Ma se fossero state le truppe di Assad a fare qualcosa del genere, cosa sarebbe successo? Cosa avrebbe detto il segretario delle Nazioni Unite?

Come se ciò non bastasse, a dimostrare ulteriormente la bassezza e l’inutilità di certi organismi, ecco che arrivano le dichiarazioni dell’Alto rappresentante per la politica estera dell’UE. La nostra, (si fa per dire) Federica Mogherini che con il candore che l’ha sempre contraddistinta ha dichiarato: ”Mentre Israele ha il diritto di proteggere i suoi confini, l’uso della forza deve essere proporzionato in ogni momento. La libertà di espressione e di assemblea sono diritti fondamentali che vanno rispettati”.

E’ chiaro che ci sono morti e assassini di categorie diverse, in un calderone come quello di Gaza, dove la stessa vita è ogni giorno in pericolo, il ministro degli esteri europeo tira in ballo la libertà di espressione. Riferendosi a Gaza, dove manca tutto per via dell’embargo israeliano, la Mogherini non può non esimersi dal ricordare che Israele ha il diritto di difendersi.

Un comportamento pietoso quello dell’occidente, un comportamento viscido e ipocrita che raggiunge la sua forma parossistica nei confronti del popolo Palestinese. Occidente: vero colpevole del male altrui e della propria continua ed inesorabile decadenza.


Link: http://terrarealtime.blogspot.it/2018/04/la-mattanza-della-striscia-di-gaza-ecco.html

Alessandro

Sperimentazione Clinica



Alessandro

martedì 3 aprile 2018

Se lo dicono Loro



Alessandro

Deminutio capitis



La locuzione latina deminutio capitis, tradotta letteralmente, significa diminuzione di diritti.

Per gli antichi romani la deminutio capitis comportava un prioris status permutatio ossia un mutamento nel precedente status della persona.

I giuristi romani distinguevano tre specie di capitis deminutio: maxima, minor o media, e minima.

La capitis deminutio maxima riguarda lo status libertatis e si aveva quando taluno perdeva sia la cittadinanza sia la libertà (per es. nel caso in cui taluno fosse catturato dal nemico). Famosa è la definizione del giurista romano Gaio nelle sue Istituzioni:

G.1.160: «Maxima est capitis deminutio, cum aliquis simul et civitatem et libertatem amittit»

La capitis deminutio è massima allorché qualcuno perde contemporaneamente sia la cittadinanza sia la libertà.

La capitis deminutio minor o media riguarda lo status civitatis e si aveva quando taluno perdeva solo la cittadinanza ma non la libertà (è il caso dei coloni). Il giurista romano Gaio nelle sue Istituzioni così definisce tale specie di deminutio:

G.1.161: «Minor sive media est capitis deminutio, cum civitas amittitur,: libertas retinetur; quod accidit ei, cui aqua et igni interdictum fuerit»

La capitis deminutio è minore o media allorquando taluno perde la cittadinanza ma mantiene la libertà. Ciò che accade a colui il quale subisce il provvedimento dell'aquae et ignis interdictio.

La capitis deminutio minima riguarda lo status familiae e si aveva quando taluno subiva un mutamento di status, non riguardante la cittadinanza o la libertà. Come nel caso in cui taluno veniva adottato. Gaio ne dà la seguente definizione:

G. 162: «Minima est capitis deminutio, cum et civitas et libertas retinetur, sed status hominis commutatur; quod accidit in his qui adoptantur»

La capitis deminutio è minima quando si mantiene sia la libertà sia la cittadinanza, ma si modifica uno status della persona; ciò che accade quando taluno sia stato adottato.

Oggi si usa questa espressione per indicare il cambiamento, in peggio, delle condizioni di una persona, o una riduzione di potere sia sul posto di lavoro sia in politica.

Alessandro

Essere Umano?






Alessandro

Della Schiavitù



Alessandro

Strage di Massa?



Alessandro

I Vaccini creano menomazioni permanenti?




Link: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2018/04/i-vaccini-possono-causare-menomazioni.html

Alessandro

Della Legge Naturale




Alessandro

Del Soggetto Giuridico



Alessandro

Del Testamento Biologico



Alessandro