AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

giovedì 8 marzo 2018

Le Carceri? Un Affare!




Stipendi detenuti, aumento dell’83%. La denuncia: “Prendono quasi quanto un poliziotto”


Quasi mille euro al mese per ogni detenuto, più eventuale tredicesima e quattordicesima. Questa è la denuncia fatta da Donato Capece, segretario generale del Sappe, il Sindacato autonomo della polizia penitenziaria che racconta cosa accade nelle carceri in un’intervista a “Il Giorno”, sottolineando l’aumento dell’83% dello stipendio dei detenuti.

«Praticamente un detenuto prende al mese quanto un agente di polizia penitenziaria. Solo che loro hanno vitto e alloggio pagato, gli agenti hanno sulle spalle mutui pesanti. È una vergogna di cui nessuno ha il coraggio di parlare».

Leggi anche:  Coniugi uccisi a colpi di ascia nel ferrarese, il figlio Riccardo pestato in carcere
Se gli stipendi dei detenuti, infatti, sembrano aumentare, quelli dei poliziotti che lavorano nelle carcere sono fermi da 10 anni, gli straordinari sono tagliati e si è arrivati persino a doversi pagare il posto letto in caserma.

L’analisi fatta solo nelle carceri lombrade indigna: «nelle 18 carceri lombarde ci sono 8.309 detenuti. Fra loro, 1.964 (di cui 1.035 stranieri e 157 donne) lavorano come dipendenti dell’Amministrazione penitenziaria.

Dentro agli istituti di pena si occupano della cucina, delle pulizie delle sezioni ma anche di tenere in ordine le aree esterne e della manutenzione ordinaria degli edifici.

Leggi anche:  In carcere con condanna definitiva, ma era innocente "Ora chi mi restituisce 17 anni di vita?"

Mentre sono solo 701 detenuti (229 stranieri) che in Lombardia lavorano per imprese o cooperative esterne che hanno deciso di portare parte della loro produzione oltre le sbarre».

Inoltre, quando il detenuto non lavora, per dare la possibilità di fare turnazioni, riceve una sorte di cassa integrazione.

Link: http://www.sostenitori.info/stipendi-detenuti-aumento/298497

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento