AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

martedì 9 gennaio 2018

Alimentazione: Autodiagnosi PH

Benché il ph urinario e' un buon parametro per capire lo stato di acidosi metabolica, esso va' inserito nel quadro generali. Posso mangiarmi di tutto, poi un bel bicchiere di Bicarbonato...et voilà Ph a posto! 

Ricordiamo che il ph ottimale e' circa 7.41, con un range ottimo da 7.35 a 7.45. Sopra o sotto il corpo umano comincia a lavorare male: la struttura dei globuli rossi cambia, gli enzimi lavorano poco o nulla, le varie strutture molecolari vengono modificate.

Con l'acidosi metabolica, abbiamo lo scollamento degli atomi, con l'alcalosi, abbiamo la modifica degli stessi, in quanto vengono aggiunte molecole! Come la rigiri, abbiamo una modifica strutturale e quindi denaturalizzazione delle molecole del corpo!

Essendo l'urina, una delle vie per la fuori uscita delle tossine, in caso di acidosi, possono verificarsi dei pruriti e bruciori delle vie urinarie, con corrosione delle stesse, ed alla lunga insorgenza di patologie ben più gravi!

Quindi ne alcalosi ne acidosi, ma fisioneutro, ovvero ph basico: da 7.35 a 7.45. Quando si leggono sulle analisi, ph al di fuori di questo range, c'e' da controllare profondamente la nostra alimentazione! Solo un cibo mantiene il ph ottimale: La mela.

La più grande scemenza, a meno di situazioni a limite, e' quello di usare il bicarbonato di sodio per alcalinizzarsi! Questi e' anche mortale, ed e' inserito pure nella lista delle sostanze dopanti.

Ricordiamo che, il bicarbonato, si lega agli acidi, e forma una base: un sale vero e proprio! Se questi rimane dentro il corpo invece di essere espulso, continuiamo ad avere le tossine dentro, potenzialmente pericolose, in quanto posso slegarsi e ritornare ad ossidare il corpo! Quindi, senza la fuori uscita, l'aver alcalinizzato il corpo, e' davvero inutile.

Abbiamo anche altri metodi per far rientrare nel range il ph. Per primo, dobbiamo andare sempre più verso il cibo specie specifico, poi possiamo usare la respirazione nasale diaframmatica, e l'esposizone al sole, moderata e su tutto il corpo!

La sequenza e': neutralizzazione tossine, Scioglimento delle stesse, e trasporto all'esterno!

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento