AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

lunedì 8 gennaio 2018

Alimentazione: Autodiagnosi 1

Decisamente più naturale delle analisi del sangue, e' quella delle Urine. Questi e' deputata ad uscire dal corpo, ed a trasportare i materiali in eccesso e le tossine, muco etc. 

Ovviamente, anche le "classiche" analisi delle urine, soffrono di un poco di problemi come quelle del sangue: la conservazione e il contatto con materiale innaturali.

A differenza delle analisi del sangue, al massimo sono una fotografia di un determinato momento e stato del nostro corpo, possiamo urinare diverse volte al giorno, ed avere un quadro molto più completo.

Per avere risultati il più affidabili possibili, e' bene evitare di bere in eccesso, in quanto, l'acqua diluisce le sostanze tossiche, e quindi può falsare le analisi, diminuendo la concentrazione delle stesse.

Possiamo fare anche una "auto diagnosi", semplicemente seguendo alcuni accorgimento. Il primo parametro e' l'odore, il quale dovrebbe esser neutro, od addirittura tendente al profumo, se ci si alimenta di sola frutta o del cibo specie-specifico.

Altro parametro e' il colore: più scure sono, e più materiali di scarto contiene. Più si beve e più si diluisce l'urina, e più di falsa il test. Terzo test, e' quello di lasciarle sedimentare e controllare se ci sono depositi superiori ed inferiori, ed ovviamente di sangue.

Già con questa autoanalisi, ripetibile diverse volte al giorno, possiamo capire il nostro stato di salute

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento