AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità.

lunedì 10 dicembre 2018

Bologna Illuminata!



Alessandro

Mele Marce: Beccato il Dopato?



Alessandro

Assalto al Parlamento Europeo?



Alessandro

Far Rivivere i Morti?



Alessandro

Dello Spread...



Alessandro

Pensiero: EcoTasse


Alessandro

Lussemburgo: trasporti gratis per tutti dal 2019 (e per tutto l'anno)


Trasporti pubblici free in Lussemburgo, il cui governo propone l’utilizzo totalmente gratis dei mezzi

Il Lussemburgo è destinato a diventare il fiore all’occhiello dell’Europa, grazie alla sua proposta di rendere liberi tutti i suoi trasporti pubblici. Dalla prossima estate, il biglietto dei treni, dei tram e degli autobus non esisterà più. La proposta è stata lanciata dal governo di coalizione guidato da Xavier Bettel. 

Sull’esempio dell’Estonia, quindi, entro l’estate del 2019, ci sarà una autentica svolta green in uno dei paesi europei più piccoli, grazie a una mossa del nuovo governo che aveva promesso di dare priorità all’ambiente durante la recente campagna elettorale.

Oltre all’impegno nel settore dei trasporti, il nuovo governo sta anche valutando la possibilità di legalizzare la cannabis e di introdurre due nuove festività pubbliche.

Sembra paradossale, ma la città di Lussemburgo, capitale del piccolo Granducato, soffre di una delle peggiori congestioni del traffico del mondo. Ospita circa 110mila persone, ma circa 400mila pendolari si spostano fino in città per lavoro (sono 200mila le persone che vivono in Francia, in Belgio e in Germania e che attraversano ogni giorno il confine per lavorare in Lussemburgo). Uno studio ha suggerito che i conducenti della capitale hanno trascorso in media 33 ore negli ingorghi stradali solo nel 2016.

Il governo lussemburghese aveva già mostrato un atteggiamento progressista nei confronti dei trasporti. È di questa estate, per esempio, l’introduzione del trasporto gratuito per ogni bambino e ragazzo di età inferiore ai 20 anni. Gli studenti delle scuole secondarie possono utilizzare le navette gratuite messe a disposizione tra casa e scuola.

Anche Parigi e la Germania stanno valutando la possibilità di ridurre il traffico con trasporti gratuiti, anche se in entrambi i casi si tratta di leggi che attendono ancora di essere approvate.

Link: https://www.greenme.it/muoversi/trasporti/29690-lussemburgo-trasporti-gratis?fbclid=IwAR3QHS5wcZ3_YAckV-inzpWL6JHPd1rL7Tuq5lWApjOqgakPNfuTF-_vED0

Alessandro

Oslo, in centro solo bici e pedoni. Addio alle auto dal primo gennaio



La sindaca Borgen ha annunciato lo stop totale dal 1° gennaio alle auto, anche elettriche, nel centro storico

Se è Green Capital europea per il 2019 ci sarà un motivo: Oslo è di fatti riuscita a risolvere alcuni dei problemi comuni di molte altre città europee, come l’inquinamento e il traffico, e per arrivare a ciò non ha fatto altro che elaborare piani che incentivano l’uso di biciclette e dei veicoli elettrici e ampliare ulteriormente la sua rete di trasporti pubblici.

Proprio il divieto ai veicoli di circolare nel centro della città a partire dal 2019 è una delle misure attivate per il ripristino degli spazi pubblici della città e il miglioramento degli standard di vita. Tutto questo perché la cultura norvegese è consapevole della sua ricchezza patrimoniale e anche della necessità di preservare gli spazi naturali. Motivo per cui anche la sua architettura è adattata al principio di efficienza e integrazione ambientale.

Oslo, capitale della Norvegia, ospita molte delle istituzioni culturali più prestigiose del Paese, ha una pianificazione urbanistica attentamente progettata e promuove la creazione di spazi verdi nel centro della città. Un esempio è il progetto Barcode, che comprende la costruzione di 12 edifici alti con un certo spazio tra loro, al fine di non bloccare la vista dei fiordi e facilitare l’accesso alla luce e all’aria.

Insomma, il fatto che questa città riceva un premio così prestigioso dalla Commissione europea è il risultato di anni di duro lavoro nello sviluppo di tecnologie e innovazioni green che consentono alla città di raggiungere i suoi obiettivi sostenibili. Oslo è riuscita a distinguersi da altre città come Lisbona (Portogallo), Lahti (Finlandia) e Tallinn (Estonia), grazie alla sua politica sul clima, sulla biodiversità, sui trasporti pubblici, sulla salute e sull’integrazione dei cittadini.

Un’agenda non da poco che in sostanza punta a tagliare le emissioni del 36% entro il 2020 (rispetto al 1990) e del 95% entro il 2030. Per prima cosa entro il 2020 tutti i mezzi di trasporto pubblico dovranno essere emission free, taxi inclusi.

Link: https://www.greenme.it/muoversi/auto/29731-oslo-auto?fbclid=IwAR2yyhPoVyebNr2eIo47HSt139C2jcV5CRdyRI0b1wDtxHbX9z_9CNXaUl0

Alessandro

Finanziamenti O.N.U.



Alessandro

Citazione: Delle Punizioni



Alessandro

Citazione: Dei Coglioni




Alessandro

L'inquinamento atmosferico è il nostro assassino invisibile



Qui L'articolo: https://ilbolive.unipd.it/it/news/inquinamento-atmosferico-assassino-morti-premature-ambiente?fbclid=IwAR3O5C-nh6HZceN4dVCWzHcQVfeXTzzdBDwQFwnfw5KylhCaxzfZQukrYto


Alessandro

domenica 9 dicembre 2018

Parigi vs Damasco



Alessandro

Liberazione delle Merci...



Alessandro

Francia: Terra di Diritti...



Alessandro

La fine di un complottista?



Alessandro

Vittorio Sgarbi va in pensione senza avere mai lavorato un giorno. “È incredibile, ero sempre in aspettativa”




Qui L'articolo: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/12/05/vittorio-sgarbi-va-in-pensione-senza-avere-mai-lavorato-un-giorno-e-incredibile-ero-sempre-in-aspettativa/4814510/?fbclid=IwAR1bmfl4XfaVRQgJQ0UbRxhiUfoJcnnfdN-5G6kidj1KgQGNw6QbRpcIvmU

Alessandro

Parigi? No Bruxelles



Alessandro

Dei Nativi...



Alessandro

Dei Mangia Cadaveri...


Alessandro

Della Dichiarazione di Nascita



Alessandro

venerdì 7 dicembre 2018

Francia: Dei Democratici




Alessandro

Pensiero: Ho capito...


Alessandro

Dio biblico vs Satana...



Alessandro

Pila vs Energia...







Alessandro

Francia: La mia Profezia...



Link: https://terrarealtime.blogspot.com/2018/12/francia-studenti-trattati-come.html

Alessandro

Dell'Espianto degli organi...



Alessandro

giovedì 6 dicembre 2018

Greenpeace: inquinamento nei fiumi europei da allevamenti intensivi



Tracce di pesticidi e antibiotici nei corsi d’acqua superficiali che scorrono in aree ad elevata presenza di allevamenti intensivi. Il dato emerge dal rapporto di Greenpeace “Il costo nascosto della carne”, stilato sulla base di campionamenti eseguiti in ventinove fiumi e canali irrigui di dieci Paesi europei. In tutti i campioni sono stati trovati residui di pesticidi: 104 in totale, di cui 28 ormai vietati in Ue. 

“La produzione intensiva di carne e prodotti lattiero-caseari, insieme al relativo fabbisogno di mangimi, rappresentano una minaccia per l’ambiente e per la nostra salute”, si legge nel rapporto. “I liquami originati da questi impianti, inoltre, inquinano l’acqua e l’aria e costituiscono una fonte di rischio per la fauna selvatica e la salute umana”, dichiara Federica Ferrario, responsabile Campagna Agricoltura di Greenpeace Italia. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, nella foto sopra un impianto “a giostra” che serve per la mungitura delle vacche)

AGGIORNAMENTO: I DATI IN ITALIA

Il rapporto spiega che “in Italia i campioni sono stati prelevati in Lombardia, regione dove si concentra oltre la metà della popolazione nazionale di suini. In particolare nel campione raccolto in provincia di Brescia sono stati rilevati 11 diversi tipi di farmaci, 7 dei quali antibiotici: il numero più alto trovato in un singolo campione di tutta l’indagine”.



Link:http://guidominciotti.blog.ilsole24ore.com/2018/11/29/greenpeace-inquinamento-nei-fiumi-europei-da-allevamenti-intensivi/?fbclid=IwAR0ogiVanQ_sCK4Yef2evMqwsVSoC9VdIYnPAQrIPA4pzxpbb3YbGcIu4Is

Alessandro

mercoledì 5 dicembre 2018

Massoni al comando?



Alessandro

Citazione: Dei Solitari...



Alessandro

Lavora e taci...schiavo !


Arriverà il giorno che i giovani menefreghisti d'oggi arriveranno a 50 anni, si guarderanno attorno e diranno:

- "Cosa ci faccio ancora qui? Ho altri 25 anni di lavoro dentro a queste mura! Lo stipendio non è aumentato, anzi, con inflazione arrivo a stenti a permettermi la pizza una volta al mese. Un tempo mi chiedevano di fare lo straordinario il sabato, oggi il sabato è diventato un giorno di lavoro OBBLIGATORIO, e cazzo, ora sono stanco per lottare, non ne ho le forze, non ne ho la voglia."

E ora?

E ora guarda il tuo compagno di lavoro, quello che da giovane lo credevi un poco di buono, uno scansafatiche, uno che si lamenta sempre, allora, quando avevate 20 anni lui era in prima fila per lottare per un modo di vivere giusto, predicava il part-time per tutti, stipendi più dignitosi, il riconoscimento dei lavoratori come ESSERI UMANI, predicava uguaglianza e rispetto, ma tu lo credevi pazzo o suonato.

E ora anche lui, per COLPA TUA, ha perso la voglia e l'entusiasmo di lottare, lavora e tace, consapevole che le cose sarebbero potute andare diversamente se Tu ci credevi, ma tu non ci hai creduto, hai lasciato decidere il tuo futuro a uomini spietati.

E ora? Ora TI FOTTI.

Nel frattempo in Francia c'è un popolo unito che lotta e che tra 20 anni avrà condizioni di lavoro più dignitose delle tue...


Link: http://laschiavitudellavoro.blogspot.com/2018/12/lavora-e-tacischiavo.html

Alessandro

martedì 4 dicembre 2018

Delle Lamentele....



Alessandro

Pensiero: Delle Norme


Alessandro

Pensiero: Dei Contratti


Alessandro

Avocado? No Grazie...






Link: https://www.greenme.it/informarsi/agricoltura/29175-avocado-vegani

Alessandro

Giubbeti gialli Francia: Considerazione



Alessandro

Scie Chimiche: Operazione copertura



Alessandro

Vaccini: Obbligheremo tutti!



Alessandro

lunedì 3 dicembre 2018

I numeri del PD?




Alessandro

PORNO PER BAMBINI A MILANO



Un cancro, anzi una cancrena con radici istituzionali: nel corso della XVII legislatura, ben 60 atti parlamentari non hanno mai ricevuto risposta dal governo italiano. Perché mai? Omertà o collusione? Dopo il TEDx a Firenze con Matteo Renzi ed il pedofilo pluricondannato ma non recluso (nonostante l'ultima condanna in appello a 15 e 10 mesi di galera) Rodolfo Fiesoli, ecco Milano. Infatti, il 13 dicembre prossimo nel capoluogo lombardo verrà inaugurata una mostra denominata «Porno per Bambini» di un “artista” brasiliano. Organizzata dall’agenzia Lampo nella sede della Galleria Lampo in viale Toscana. Per saperne di più, ecco come gli organizzatori presentano l’evento: 

«I social lo censurano, le mamme lo querelano, ma nulla possono contro l'ingenuità del gesto amoroso, la semplicità e l'innocenza del proprio sesso. Ma origine e senso della ricerca stilistica e artistica di P***operbambini è proprio dare sfogo alla sessualità primigenia, erotica e sensuale nella sua naturalezza più viva, contro i nuovi bigottismi o proprio contro l'esibizione e il consumo commerciale dei corpi». E ancora. «Non c'è pornografia, non c'è voyeurismo, solo fantasia e divertimento. Una grande nuova mostra per raccogliere tutta la produzione di P***operbambini, dalle origini ad oggi, con tante nuove produzioni che potrete anche portarvi a casa. In occasione del Natale non c'è migliore regalo che un po' d'amore, o sesso spinto».

È forse l’ennesimo episodio di sdoganamento pubblico della pedofilia, mediante la cosiddetta arte contemporanea? Provocazione? O, piuttosto, omologazione culturale (dentro un'Italia in avanzato declino morale), già auspicata dalle nuove direttive addirittura dell'Unesco. Nel frattempo, la casta intoccabile dei pedofili sbava sugli attributi che non ha.

Si tratta di una paranoia? Per rendersene conto è sufficiente leggere - come già segnalai qualche anno fa -  lo “Standard per l'Educazione Sessuale in Europa dell'OMS” (propagandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità), che raccomanda per i bambini dagli 0 ai 4 anni la masturbazione e il gioco del dottore, e per quelli dai 6 ai 9 anni la visione di video porno. 

Peraltro, come attestano da tempo i rapporti annuali dell’associazione Meter all’attenzione dell’autorità giudiziaria, la pedopornografia in Italia aumenta sempre più e dilaga ovunque. Le vittime? In particolare: neonati, bambini e adolescenti.

Il delitto di pornografia minorile, previsto e punito dall'articolo 600 ter tutela la libertà e l'integrità psico-fisica del minore. La stessa norma chiarisce che per pornografia minorile si intende "ogni rappresentazione, con qualunque mezzo, di un minore degli anni diciotto coinvolto in attività sessuali esplicite, reali o simulate, o qualunque rappresentazione degli organi sessuali di un minore degli anni diciotto per scopi sessuali."

La finestra di Overton è una metodologia di persuasione delle masse, che fa ricadere - e fa evolvere - idee in un semplice quadro di possibilità politiche, dentro al quale si muove l’opinione pubblica e il legislatore. L’oggetto di questa tecnica di manipolazione politica siamo tutti noi. Overton (1960-2003), ex vice-presidente del Centro d’Analisi Mackinac Center For Public Policy, ci mostra con la sua teoria come sia effettivamente possibile - col tempo necessario, con la complicità dei mass media e della politica - fare accettare alle masse l’introduzione e la successiva legalizzazione di qualsiasi idea/fatto sociale, fosse anche la pratica che al momento l’opinione pubblica ritiene maggiormente inaccettabile, come la pedofilia, l’incesto, eccetera. Il funzionamento del modello è semplicissimo: si comincia a parlarne in ragione del progresso. Progredire significa, per la vulgata popolare, negare ogni tabù, superare ogni divieto che non regga all’analisi della critica razionale. È così che si deve poter parlare di tutto, anche di ciò che in linea teorica sarebbe bene tacere. Si procede per piccoli passi, esattamente come ci spiega la metafora della “rana bollita”: per la «strategia della gradualità», occorre cominciare a parlare di ciò che si vuole far accettare in modo apparentemente asettico, imparziale, senza dare nessuna idea del reale obiettivo che ci si è posti (l’accettazione socialmente condivisa). Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. Così il gioco è fatto.

La pornografia è una delle tecniche fondamentali di controllo mentale - esteso al controllo sociale - non solo per la sua drammatica forza simbolica ma per il suo effetto fisiologico misurabile, sul cervello. E di conseguenza sul comportamento. La normalizzazione indotta dal consumo di pornografia agisce su due piani: un primo livello, in cui ci si abitua a considerare il rapporto unitivo tra uomo e donna come prestazione e consumo, nella riduzione dell’altro come dipendente rispetto all’io-spettatore rinchiuso in sé, incapace di un’autentica relazione; un secondo livello deriva dall’assuefazione e dall’abitudine.

Proprio nell'ex belpaese è in atto da lungo tempo, un attacco senza eguali all'infanzia. C'è almeno un giudice a Berlino?


Alessandro

Poesia: Purezza...


Alessandro

Ed ora mi sfogo...



Alessandro

Che mi dai il tuo DNA?



Alessandro

Lobotomizzati con la Divisa?



Alessandro

Delle Iene...





Alessandro

Scie Chimiche: Bye Bye sole...



Alessandro

Scie Chimiche: Ci rubano la luce...



Alessandro

Pensiero: Del Mangiare....


Alessandro

Scie Chimiche: Nei films...



Alessandro

Nello Stomaco....



Alessandro

Scie Chimiche: Oscuriamo!




Alcuni scienziati di Harvard e Yale suggeriscono di utilizzare la geoingegneria solare contro i cambiamenti climatici. Secondo una ricerca, pubblicata sulla rivista Environmental Research Letters , l’”iniezione di aerosol stratosferico” potrebbe dimezzare il tasso di riscaldamento globale. Ma per i critici questo metodo potrebbe essere una soluzione solo temporanea e presenterebbe comunque diversi rischi e difficoltà.


Alessandro

venerdì 30 novembre 2018

Terminator....



Alessandro

Nasa: Ancora su Marte...



Alessandro

Nasa: Marte???



Alessandro

Sdoganamento della pedofilia?



Alessandro

IL CORPO E L'INDIVIDUO TRA PROPRIETA' ED AUTODETERMINAZIONE.



Alessandro

Frutto: Del Godere...



Alessandro

Aria Inquinata: E' una mattanza!



Morti premature, soprattutto di chi si è appena affacciato alla vita in Europa: soltanto in Italia le vittime sono state circa 21 mila in più del previsto nel 2017. Lo scarico atmosferico degli aerei civili e militari avvelena ed uccide infinitamente di più del morbillo, eppure il problema è sistematicamente eluso dalle autorità, nonostante i tanti strombazzanti proclami pubblici. 

«L'inquinamento dell'aria è dato dalla contaminazione dell'ambiente indoor o outdoor da parte di agenti chimici, fisici o biologici che modificano le caratteristiche naturali dell'atmosfera» ha sentenziato l’ISPRA.

Un’ampia letteratura scientifica evidenzia la maggior vulnerabilità dei bambini all’inquinamento atmosferico rispetto agli adulti. I bambini sperimentano infatti livelli di esposizione più elevati degli adulti in quanto hanno ad esempio un maggior rapporto superficie/volume, attività metaboliche e tassi respiratori più elevati, tessuti e organi con elevata attività di replicazione cellulare, immaturità di tessuti, organi e sistemi (metabolico, immunitario, nervoso, riproduttivo). Anche le stime Oms sull’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute infantile sono ben documentate, e assegnano alle esposizioni ad inquinamento dell’aria in ambienti outdoor e indoor circa 700.000 morti premature per i bambini al di sotto i 5 anni.

I dati sull’inquinamento atmosferico relativi all’Italia pongono il nostro Paese in una situazione di forte criticità in quanto il 98% dei bambini sotto i 5 anni vive in aree dove le concentrazioni di PM2.5 sono al di sopra dei livelli raccomandati dall’Oms per la tutela della salute. L’analisi dei dati di qualità dell’aria per il 2016 mostra nelle aree urbane, distribuite su tutto il territorio nazionale, concentrazioni medie annuali di PM2.5 superiori al valore Oms (10 μg/m³), raggiungendo livelli medi di 18 μg/m³ al Nord (su cui pesa la presenza del bacino Padano), di 16 μg/m³ al Centro e di 13 μg/m³ al Sud.

Inquinamento atmosferico e salute dei bambini Il 91 per cento della popolazione mondiale è mediamente esposto a livelli degli inquinanti nell’aria al di sopra dei valori raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per la salvaguardia della salute, e ciò riguarda anche, e soprattutto, i bambini che rappresentano un segmento di popolazione particolarmente vulnerabile.

Sono alcuni dei dati che emergono dal documento “Air pollution and child health: prescribing clean air” pubblicato dall’Oms a ottobre 2018. Il rapporto evidenzia ancora una volta la rilevanza dell’inquinamento atmosferico outdoor e indoor per la salute dei bambini - un problema rimasto lettera morta - che nella Conferenza Ministeriale Ambiente e Salute dei 53 Stati della Regione europea dell’Oms (Ostrava, 2017) era già stato riconosciuto come una delle principali priorità di sanità pubblica, da affrontare attraverso il rispetto delle linee guida Oms, tramite un processo continuo di miglioramento della qualità dell’aria.

Tra i principali effetti sanitari dell’inquinamento dell’aria nei bambini, vengono segnalati, oltre ad una ridotta funzione polmonare, asma, infezioni acute delle basse vie respiratorie, problemi nello sviluppo neurocomportamentale, obesità, otite, per arrivare infine ad alcuni tumori infantili, quali ad esempio leucemie e retinoblastomi, che possono essere associati ad esposizioni della madre agli inquinanti cancerogeni dell’inquinamento atmosferico nel periodo prenatale. Occorre inoltre sottolineare che le esposizioni in età infantile, oltre a determinare effetti misurabili nel bambino stesso, si proiettano anche negli anni successivi rendendo l’individuo più vulnerabile durante tutto il suo percorso di vita. L’attuazione di azioni di prevenzione adottate durante la fase critica infantile-adolescenziale possono quindi produrre immensi benefici per la salute pubblica in termini di riduzione del carico di patologie e costi sanitari.

Nelle città inquinate si è più esposti al rischio di ictus ed infarto. E’ quanto ha stabilito uno studio risalente al 2010 condotto da un’équipe composta da esperti dell’Harvard School of Public Health, del Policlinico di Milano e del centro trombosi della Fondazione ospedale Maggiore. La ricerca, pubblicata sugli Archives of Internal Medicine, mette sul banco degli imputati le polveri sottili, suscettibili di provocare un’infiammazione delle cellule immunitarie delle vie aeree e addirittura di provocare modifiche nel DNA, con conseguenze devastanti per la salute. Come ha spiegato il dottor Pier Mannuccio Mannucci, professore ordinario di medicina interna all’Università di Milano:

«Le cosiddette polveri sottili attivano in senso infiammatorio le cellule immunitarie presenti nelle vie aeree, in particolare i macrofagi alveolari. Queste cellule residenti nei bronchi e nei polmoni, contaminate dalle polveri, cominciano a produrre grandi quantità di 6 citochine, che innescano una generale reazione infiammatoria, la quale può manifestarsi sotto forma di asma o allergia respiratoria, ma può anche dare origine a un evento trombotico, a causa degli effetti pro-coagulanti del mediatore stesso».

I dati analizzati hanno riguardato un campione di 2000 persone, residenti in Lombardia con risultati a dir poco allarmanti: per ogni incremento di 10 microgrammi di PM10 per metro cubo d’aria, si registra un aumento del 70% del rischio di trombosi. Gli effetti degli inquinanti atmosferici si palesano già dopo una settimana trascorsa in una città particolarmente inquinata. Finora la ricerca si era concentrata principalmente sui danni dell’inquinamento atmosferico alle vie respiratorie, trovando associazioni tra l’aumentato numero dei casi di asma e reazioni allergiche e l’incremento delle polveri sottili nell’aria.

Alcuni studi avevano ipotizzato un aumento dei picchi di asma vicino alle autostrade, così come un maggior rischio di ipertensione per chi viveva in quartieri inquinati. Ma l’effetto dello smog sulla salute va ben oltre, come dimostra questo studio e come ha spiegato lo stesso Andrea Baccarelli, responsabile del Centro di epidemiologia molecolare del Policlinico di Milano, coordinatore della ricerca:

«Gli effetti dell’inquinamento atmosferico non si fermano all’apparato respiratorio ma coinvolgono molti altri distretti dell’organismo, tra cui il sistema cardiocircolatorio».

È più pericoloso dell’alcol, secondo una ricerca pubblicata da Lancet nel 2011. È il primo fattore di rischio d’attacco cardiaco e precede in graduatoria perfino la cocaina e le altre droghe, incalza Tim Nawrot dell’università belga di Hasselt. È una delle maggiori emergenze di sanità pubblica a livello europeo, aggiunge l’epidemiologa Sylvia Medina, dell’Istituto francese di vigilanza sanitaria.

Che provocasse un aggravarsi dei sintomi di asma, allergie, con rischi enormi per lo sviluppo dei polmoni dei bambini, aumento di eczema e rinite allergica, incremento delle patologie respiratorie se ne era già discusso e accertato in precedenti studi. La ricerca ha inoltre da tempo appurato che vivere vicino ad arterie stradali esponesse ad un rischio maggiore di subire un ictus o un infarto. Dunque, l’inquinamento atmosferico provocherebbe lo stesso numero di infarti dell’alcol, del caffè e del troppo sport.

A sostenerlo è uno studio effettuato da un’équipe di ricercatori afferente alla Hasselt University di Diepenbeek ed all’Università Cattolica di Lovanio in Belgio. Gli esperti spiegano che dei fattori studiati, la cocaina è quella che è maggiormente in grado di provocare un infarto, ma il traffico vanta la maggiore fetta di popolazione esposta. La ricerca è apparsa sull’autorevole rivista di divulgazione scientifica The Lancet ed ha preso in esame 36 ricerche precedenti sull’argomento. Dai dati estrapolati è emerso che lo smog aumenta il rischio di infarto del 5%, il caffè di 1,5 volte e l’alcol di 3 volte. 

L’Italia è anche quella con un'abbondanza di fonti rinnovabili come l'acqua potabile o l'energia solare, e che invece costruisce il TAP per importare meglio gli idrocarburi e distruggere le sue bellezze naturali, o che buca una montagna d'amianto per farci passare un treno inutile.

Link: http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2018/11/aria-inquinata-morte-assicurata.html#more

Alessandro

Scie chimiche: Altre conferme




Qui L'articolo: http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2018/11/scie-per-oscurare-il-sole.html

Alessandro

Vaccini:....Zitti Zitti....




Link: https://www.paradisefruit.altervista.org/telecamera-nascosta-ecco-cosa-dicono-i-medici-quando-non-sanno-di-essere-ripresi/

Alessandro

Citazione: Dei Vincenti...



Alessandro

Vaccini: Piccole pillole per le iene: Morto senatore per vaccino influenzale



Alessandro

lunedì 26 novembre 2018

Nel Mentre in Francia....



Alessandro

Alimentazione: La Triplice


  1. Aria: il primo nutriente, pieno di tutto il necessario per sostenere la vita.
  2. Sole: necessario per la nostra fotosintesi
  3. Terra: Antiossidante supremo


Alessandro

La Maestosa Natura


Alessandro

Vai di ghigliottina...



Alessandro

Un Grande Uomo: Giordano Bruno



Alessandro

MONDO Cina, "Creati primi esseri umani con Dna modificato"




Link: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cina-creati-primi-esseri-umani-con-dna-modificato-4413fdc6-347f-4d0d-b53d-84fd8b36ab5b.html?fbclid=IwAR0sHYHlSboLrE0R8X4dCszTjJjcMuxVWC5H2CCc411M8u4dKWMmNQHmtA4

Alessandro

Citazione: Del Pensiero



Alessandro

domenica 25 novembre 2018

Del Black Friday



Alessandro

Fascicolo Sanitario: altro mezzo di controllo?



Alessandro

Mele Marce: Altro Abuso?



Alessandro

Degli Esecutori....


Alessandro

Degenerati sessuali....



Alessandro

Pensiero: Degli Ordini....


Alessandro

Vaccini: scoperchiato il vaso di Pandora?



Al peggio si dice non c’è mai limite. E forse il vecchio saggio ha ragione…

L’associazione Corvelva mette a segno l’ennesimo colpo. Non si tratta di una rapina a siringa armata, - anche se questa c’entra eccome - ma delle analisi chimiche vaccinali.

Precedentemente, utilizzando la Next Generation Sequencing, una tecnica irraggiungibile dal punto di vista economico fino poco tempo fa, sono state analizzate le impurità biologiche contenute in sette vaccini diversi. Ne abbiamo già parlato ma è bene ricordare che i risultati hanno sottolineato non poche preoccupazioni: quantità abnormi di frammenti di DNA umano e animale, modifiche del genoma, mutazioni dei virus o virus (come quello della rosolia e della polio) misteriosamente non presenti.

Ora invece la lente è stata puntata (sempre a pagamento mediante il sistema di elaborazione dati SANIT) sulla composizione chimica di due lotti del vaccino tetravalente Priorix Tetra della GSK.
I risultati, anche se sono preliminari, squarciano uno scenario agghiacciante.

Oltre alla chimica che vedremo a breve, in entrambi i lotti sono stati rilevati frammenti peptidici associati a proteine potenzialmente provenienti dal processo di purificazione: «Sarcoplasmic calcium-binding protein», «Actina» e «Vimentina». La prima è notoriamente allergenica, mentre le altre due sono sostanze di origine animale: pollo la vimentina e bovino l’actina.

La cosa che è balzata subito agli occhi è che i due lotti (del medesimo vaccino) presentano diversità importanti: i «segnali», cioè i «composti» contenuti in un caso sono 115 e nell’altro 173.

E’ normale che due vaccini identici, prodotti dalla medesima azienda, presentino al loro interno una così alta differenza? Stiamo parlando di «tracce» che il laboratorio ha rilevato sotto forma di un determinato peso molecolare. Uno specifico peso molecolare corrisponde a una o più sostanze chimiche o a combinazioni delle stesse.

Queste sono quantificabili in uno spettro che va dai nanogrammi (miliardesimo di grammo) ai microgrammi (milionesimo), quindi molto ampio.

Ma il punto nodale è che queste «contaminazioni» NON dovrebbero essere presenti all’interno di un vaccino che verrà inoculato nel corpicino in crescita di un neonato.

Se verranno confermate dalle ulteriori analisi in atto, queste sostanze sono associabili ad antibiotici, farmaci, diserbanti, erbicidi, acaricidi, metaboliti della morfina…

Qualche nome? Stiamo parlando di «robetta» chimica come: Morfamquat un erbicida, Cyflumetofen acaricida, Amoxicillina antibiotico, 3-Methyleneoxindole un antivirale, metaboliti batterici, umani e di piante. Ma poi risulterebbero farmaci come Tamsulosin un alfabloccante, Sildenafil meglio noto come Viagra della Pfizer, Gabapentin un antiepilettico, Atovaquone farmaco per la malaria, l’AMD-070, farmaco sperimentale per l’HIV; Fluchloralin un erbicida a base del pericolosissimo Fluoro; Vigabatrin, un antiepilettico della Sanofi-Pasteur, il Viagra della Pfizer.

Mi fermo qua, ma penso sia più che sufficiente per comprendere che più ci si addentra tra le molecole e gli atomi di questi farmaci, più il quadro si tinge di colori molto foschi. Ma oramai il vaso di pandora, grazie alle analisi eseguite privatamente dal Corvelva, è stato scoperchiato, e anche se molto rimane ancora da scoprire e spiegare, non è più possibile tornare indietro.

Non è più possibile dire che non lo si sapeva, non è più ammissibile per le agenzie di controllo fare finta di niente, o mostrare le classiche orecchie da mercante girandosi dall’altra parte. Esattamente come ha fatto l’EMA europea dopo aver ricevuto gli esiti delle precedenti analisi.

Ora tra le mani avete una bomba pronta a deflagrare, per cui sta a voi gestirla nel miglior modo possibile: continuare a spalleggiare e aiutare coloro che vi finanziano, cioè le lobbies della chimica e farmaceutica, col rischio però che vi esploda in faccia, oppure portare avanti quella che dovrebbe essere la vostra unica missione: salvaguardare la salute di milioni di persone, bambini soprattutto in primis...

Link: https://disinformazione.it/2018/11/23/scoperchiato-il-vaso-di-pandora-sui-vaccini/?fbclid=IwAR0A4yUkTqOMrGTT2dYVH4EFt8jwpthaThpwM0gtlkvxEu9AtO-a_HHTu30

Alessandro

Vaccini: Altra Morte?



Alessandro

Vaccini: Accade in Francia....



Alessandro

Citazione: Comunicazione...




Alessandro

Vaccini: Francia Sciopero per i Vaccini?



Alessandro

HAARP...



Alessandro

Scie Chimiche: Mattarella


Alessandro

sabato 24 novembre 2018

venerdì 23 novembre 2018

Vaccini: Catechesi?



Alessandro

Pensioni: Calcoliamo?



Alessandro

Morire di Inquinamento




Qui L'articolo: https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/29552-gas-serra-record-inquinamento?fbclid=IwAR27F7KTjLBMMLIheh8w6vZuKDWxd8BMF-BLewJLPjsPymCgMGWy8PO39Io

Alessandro

La collera di Dio?




Link: http://www.meteoweb.eu/foto/alluvioni-arabia-saudita-deserto/id/1184020/?fbclid=IwAR0YusAbuzKYOOvFuRO4F7Y_t37M5iCNvFKpwCqRiW3ehWgckd6UHVjdR5Q#1

Alessandro

INPS: Black Fraiday



Alessandro

Vai Mario Tozzi



Alessandro

Citazione: Della Pazzia




Alessandro

Contro Natura....



Alessandro

Equitalia = Agenzia Entrate e Riscossione...



Alessandro

Scie Chimiche: Maltempo?





Alessandro

giovedì 22 novembre 2018

Iniziata l'era del biohacking: "100mila persone hanno un chip sottopelle"



Alessandro

Rifacciamolo in Lire!



Alessandro

Vaccini: Il Revaxis (Vaccino per DTPolio),



Alessandro

Scie Chimiche: Ricordiamo...



Alessandro

Meteo: Temporali Auto rigeneranti?




Link: https://www.ilmeteo.it/notizie/meteo-domani-nuova-ondata-di-maltempo-piogge-intense-e-neve-copiosa-scopriamo-dove

Alessandro

Truffa Diesel?



Alessandro

Citazione: Delle Promesse...




Alessandro