AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

mercoledì 13 dicembre 2017

Il rivoluzionario ozioso, l'eroe che cambierà il mondo!




Tutti credono che oziare significhi essere degli scansafatiche, ma non è così, oziare è una vera e propria arte perché ha a che fare con la mente che trova il suo naturale stato di pace interiore quando l'attività frenetica cessa.

La meta dell'ozioso è e sarà sempre la ricerca di un particolare stato mentale, una specie di estasi data non dal non-fare, ma dal fare quello che più le piace, e siccome come ben sappiamo, l'ozioso odia lavorare e faticare, esso  tenderà a lavorare il meno possibile, limitando perciò al minimo i propri acquisti.

La prima regola dell'ozioso è non farsi tentare da vetrine, concessionari e supermercati. L'ozioso sarà naturalmente attratto da macchine nuove, vestiti sgargianti e dalle mille delizie culinarie presenti sugli scaffali, ma prima di fare un acquisto penserà a quante ore dovrà lavorare per fare tale acquisto e arriverà alla saggia decisione di rinunciare.

La macchina nuova è fighissima, ma quante ore di fatica e profonda noia dovrò passare in fabbrica per permettermi quella macchina?

No, non ne vale la pena, passerò quelle ore a passeggiare o tirare sassolini in uno specchio d'acqua, accontentandomi della mia fedele auto usata.

Il rivoluzionario ozioso è dunque prima di tutto un calcolatore, e studia ogni acquisto in "ore di lavoro". Il vero ozioso detesta pure il posto fisso perché posto fisso significa noia a vita, preferirà invece lavori stagionali o contratti di pochi mesi, quel tanto insomma che gli basta per accumulare abbastanza denaro per vivere altrettanti mesi di inattività assoluta.

Perché ammettiamolo, il rivoluzionario ozioso non pensa mai troppo al futuro, preferirà piuttosto camminare sopra il filo dell'oblio che trovarsi la strada spianata da qualcun altro. Il vero ozioso se ne frega delle regole e di tutte quelle paure inculcate dal sistema, perché nel cuore è un avventuriero solitario che si lascia trasportare dal vento. Oggi sono vivo e mi godo la vita, domani chissà, non mi interessa...


Il vero ozioso se ne frega delle regole

Risultati immagini per contemplareIl rivoluzionario ozioso è l'eroe del ventunesimo secolo, che all'accumulo di oggetti inutili preferisce l'accumulo di Tempo, che all'accumulo di soldi in banca, preferisce accumulare momenti, attimi, ed è eroe anche perché rifiuta le guerre, i litigi e i discorsi futili, è eroe anche perché grazie alla sua natura di risparmiatore incallito contribuirà così ad abbassare nel suo piccolo, la richiesta di nuove merci al mercato globale.

Un telefono gli durerà fino a morte naturale, uguale per la macchina e gli elettrodomestici, perfino l'arredo di casa avrà tempo di invecchiare assieme a lui.

Tutto questo sembra poco, ma in realtà sono tutti gesti altamente rivoluzionari.

L'ozioso è dunque un poveraccio? No di certo, l'ozioso vive nella Matrix come tutti gli altri schiavi, ma vive secondo le proprio regole e rifugerà il più possibile mutui e prestiti, appunto per non lavorare più di quanto gli serva per pagare le bollette.

Il Rivoluzionario Ozioso dovrà solo riguardarsi dai sensi di colpa che la società dei consumi e della fretta farà di tanto in tanto sorgere in lui, perché chi scegli di assaporare la vita come si assapora una tazza di tè caldo alle quattro del pomeriggio, sarà visto dagli iperattivi dipendenti da caffè e tabacco come un anomalia o meglio come uno scansafatica.

- Com'è possibile che mentre tutti fanno gli straordinari per aggiungere qualche briciola in busta paga, tu te ne vada sempre a casa?! Per Dio! Non ti fanno comodo due monetine in più a fine mese?

Ma l'ozioso se ne infischia, sorride e se ne va incurante dei pensieri altrui, perché anche preoccuparsi di ciò che pensano gli altri infondo non è altro che un inutile perdita di Tempo.


Link. http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2017/12/il-rivoluzionario-ozioso-leroe-che.html

Alessandro

1 commento: