AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità.

sabato 5 agosto 2017

Comincia lo sterminio?

Bimba muore a 2 mesi in culla dopo il vaccino: l’Asl sostituisce tutti i lotti


La tragedia è avvenuta poco dopo le 6,30 a Lemie: disposta l’autopsia, per ora non è dimostrata alcuna relazione causa-effetto con l’esavalente iniettato

L’ha trovata morta la madre nella culla, poco dopo l’ultima poppata. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte dei medici e degli infermieri del 118 non c’è stato nulla da fare per una neonata di 2 mesi, di origini nigeriane ma nata a Torino, ospite di una comunità per rifugiati a Lemie, nelle Valli di Lanzo.  

La tragedia è avvenuta poco dopo le 6,30. Per dare una spiegazione si attende l’esito dell’autopsia disposta dalla procura di Ivrea. Il fascicolo è stato affidato al pm Giuseppe Drammis. Il cadavere della piccola è stato trasportato nelle camere mortuarie dell’ospedale di Lanzo, a disposizione della magistratura.  
Ieri la bambina era stata sottoposta al ciclo primario di vaccinazione, l’esavalente anti-pneumococco e anti-rota virus. Pur non essendoci al momento alcuna prova che dimostri la relazione causa-effetto tra vaccino e decesso l’Asl To4 ha sostituito in via precauzionale i lotti, senza interrompere però le vaccinazioni. Decisione assunta autonomamente dall’azienda sanitaria rispetto alle procedure standard, sulla base di una logica prudenziale.

La correlazione temporale (meno di 24 ore dalla somministrazione) fa infatti attivare d’ufficio la procedura della segnalazione di evento avverso alla vaccinazione. Le verifiche in questione sono già state poste in essere dal Seremi, con esito negativo: non si è registrato alcun altro episodio analogo. Pertanto ora si attende l’esito dell’autopsia. Fra le ipotesi sulle cause della morte rimane anche la Sids, la sindrome di morte improvvisa del lattante che in Italia uccide circa 300 neonati l’anno. 

Link: http://www.lastampa.it/2016/05/25/cronaca/bimba-di-due-mesi-morta-in-culla-a-lemie-3VMoqJ5pPI6ki5QdNMa1sM/pagina.html

Alessandro

6 commenti:

  1. Pubblicare un articolo come questo in un momento come questo significa che tu non hai nemmeno verificato le fonti. L'articolo de La Stampa che citi risale al 2016. Siccome siamo in un clima già difficile, sarebbe meglio rimuovere questo scritto che non ti fa onore. Per carità, tutti possono sbagliare, ma se hai un po' di intelligenza, ti renderai conto che così fomenti reazioni ingiustificate in un clima difficile per molte famiglie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Real Tantrika
      Ti darei quasi ragione ..se ci fosse ragione di fare tutti quei vaccini..ma non c'è ragione ..e poi su quei piccini...tutti quei vaccini..!!?
      Non puoi pensare che la causa effetto si esplichi cosi..* Tu inserisci l'ago ..inietti.e dopo dodici secondi il corpicino ha un sussulto e muore *..intendi questo come reazione di causalità...In pratica vuoi una iniezione letale...vuoi una condanna a morte...!!!

      Elimina
  2. Non e' un articolo del 2016, ne tanto meno il sottoscritto che stò facendo passare un momento difficile alle famiglie italiane, ma bensì il governo e le loro puttanate. Vai a chiedere a loro di eliminare quel T.S.O per i bambini.

    Se non ti piace quello che metto nel mio blog, libera di non leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pubblicato il 25/05/2016
      Ultima modifica il 25/05/2016 alle ore 15:58
      ti sbagli

      Elimina
    2. aRTICOLO si' datato, ma corrisponde ai fatti attuali: Sterminio via TSO

      Elimina