AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità.

giovedì 23 novembre 2017

E le Foreste?





Un'enorme e sorprendente scoperta è stata fatta alla Devils Tower nel Wyoming. Gli scienziati del dipartimento dei parchi statali del Wyoming stavano conducendo letture sismiche fotografiche sotto la torre, quando hanno scoperto un sistema di radici pietrificato incredibilmente grande sotto la torre.

Il dipartimento dei parchi ha rilasciato una dichiarazione dicendo: "Abbiamo scoperto, quello che sembra un gigantesco apparato radicale proveniente dalla base di The Devils Tower: il sistema di radici è stato misurato a 4 miglia di profondità e 7 miglia di larghezza. prova per confermare che questo è in realtà un sistema di radici e non una coincidenza. " Questa scoperta è ai margini della riscrittura della storia e della scienza così come la conosciamo.

Continueremo ad aggiornarvi con qualsiasi nuova informazione, poiché in questo momento le informazioni sono molto limitate.


Alessandro

mercoledì 22 novembre 2017

Micro Chip: RFIDGlobal, l'Internet delle Cose a servizio dell'impresa




RFIDGlobal è il brand di casa Softwork focalizzato sulle architetture hardware RFID e i servizi a corredo, dal controllo degli accessi alle biblioteche, passando per la gestione della raccolta rifiuti


Tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) non è una soluzione nuova, ma la sua capacità di gestire l'identificazione e/o memorizzazione automatica di informazioni inerenti oggetti, animali o persone può essere utilizzata con molto profitto anche nell'emergente settore dell'Internet delle Cose, se implementata con intelligenza e know how. Per questo l'azienda bresciana Softwork, forte della sua esperienza nel settore, ha creato da qualche anno un brand dedicato, RFIDGlobal, che, sulla base di una tecnologia ben nota e affidabile, propone servizi di nuova generazione, smart e a valore aggiunto.


I prodotti disponibili a listino sono tantissimi, dai transponder RFID attivi o passivi fino alle soluzioni di pagamento contactless, ma sono gli ambiti in cui possono essere implementate a fare davvero la differenza.


È possibile ad esempio utilizzare questa tecnologia per realizzare sistemi di controllo degli accessi e sicurezza nei cantieri, ma anche per tracciare gli spostamenti delle merci in ambito logistico o per implementare soluzioni anti contraffazione sia per il mercato alimentare che quello dell'abbigliamento, arrivando fino all'ambito consumer, aprendo scenari inediti, dai pagamenti alla rilevazione della presenza o del transito di persone, pensiamo ad esempio al cronometraggio nelle gare sportive.


Con la tecnologia RFID inoltre è possibile realizzare anche sistemi di interazione ludica, attraverso l'integrazione di IoT e Realtà Aumentata ad esempio, per accrescere ulteriormente l'impatto emotivo ed informativo dell'esperienza vissuta: si pensi ai percorsi espositivi di musei e mostre o ai sentieri all'aperto di siti archeologici e parchi divertimento.


Insomma, una tecnologia matura come l'identificazione tramite radiofrequenza, se implementata in abbinamento ad altre più attuali come il cloud o la realtà aumentata, può dar vita a una serie pressoché infinita di servizi a valore aggiunto, in grado di semplificare l'interazione in una molteplicità di ambiti, da quelli più professionali e aziendali a quelli legati al tempo libero e all'intrattenimento.

Link: https://www.tomshw.it/rfidglobal-internet-delle-cose-servizio-dell-impresa-89812

Alessandro

domenica 19 novembre 2017

Sostituto di Imposta



Le Tasse, le imposte, l'iva, nelle bollette vengono messe perchè i fornitori di utenze fungono da SOSTITUTI DI IMPOSTA che per responsabilità solidale (da soldi) agiscono per conto del SOSTITU-I-TO.

<Il SOSTITUTO è il soggetto che la legge tributaria sostituisce completamente al soggetto passivo nei rapporti con l’amministrazione finanziaria. Infatti,l’art. 64, comma 1, del D.P.R. 600/73 definisce sostituto d’imposta “chi in forza di disposizioni di legge è obbligato al pagamento d’imposte in luogo di altri, per fatti o situazioni a questi riferibili ed anche e a titolo di acconto>
Ed ancora

<Gli elementi identificativi della figura del sostituto d’imposta sono dettati dall’art. 64, co. 3, del d.P.R. 29.9.1973, n. 600, che identifica il sostituto in «Chi in forza di disposizioni di legge è obbligato al pagamento di imposte in luogo di altri, per fatti o situazioni a questi riferibili ed anche a titolo di acconto»; >

Il SOSTITUTO lo si può esonerare facendogli perdere così i privilegi di cui "lui" gode...
.Sig.......nella sua veste di presidente....della Azienda.... la/vi esonero della responsabilità solidale tra sostituto e sostituito di imposta ed accetto di ritenere indenne lei ....Nome Cognome..., per conto dell’Azienda da lei rappresentata ....NOME....S.P.A., da qualsiasi responsabilità in riferimento al accertamento, al regolamento ed al soddisfacimento di qualsiasi pretesa derivante dalla sua funzione di Sostituto di Imposta da parte dell’Ente impositivo - esempio Agenzia delle Entrate S.P.A., in quanto è mia cura sistemare direttamente ogni situazione che riguarda eventuali accordi e contratti tra soggetto giuridico NOME COGNOME ed agenzie, aziende, istituzioni ed enti vari.... Saluti....




Alessandro

Verso quota 700...




Alessandro

giovedì 16 novembre 2017

Mentre Noi dormiamo, Loro aumentano l'orario di lavoro



Il mondo del lavoro stampella su cui poggia tutto il sistema sociale sta accorciando progressivamente sempre più la catena delle lavoratrici e dei lavoratori, burattini i cui fili sono tirati dal teatrino organizzato dalla violenza padronale e da multinazionali e banche, i quali con la complicità dei sindacati concertativi ci stanno riportando poco a poco indietro di  2 secoli,sempre meno diritti,orari massacranti con conseguenti maggiori restrizioni della libertà. 

Condividiamo il pensiero di un compagno il quale con il suo sfogo ci da un’idea molto chiara di quelle che sono le condizioni lavorative attuali


Di Giuseppe Giannini:

“Aumentano gli orari di lavoro fino a 10/11 ore al giorno un po alla volta con la scusante che c’è fretta per la consegna delle commesse, ti dicono anche che si tratta di un sacrificio di un mese un mese e mezzo e poi tutto tornerà alla normalità, attenzione però che per normalità è intesa una giornata di lavoro di 9 ore che con una turnazione contempla anche il notturno compresi i sabati e le domeniche!

La risultante di tutto ciò è che in un mese arrivi a lavorare circa 250 ore cioè 70/80 ore oltre l’orario citato nel contratto nazionale, ma non finisce qui, lo straordinario notturno e i sabati e le domeniche vengono retribuiti tutti al 25%, facciamo due conti e vediamo un po quanti soldi vengono sottratti ad un lavoratore ormai relegato a schiavo con una catena alle gambe sempre più corta e privato della propria vita privata perché non ha più neanche il tempo di pensare a se stesso e agli affetti più cari.

Penso che tutto questo sia solo una prova per il futuro, credo proprio che ci aspetterà un futuro dove se prima il padrone ti aveva tra le mani con queste “migliorie” (per la sua ditta che lui chiama famiglia) rischia di possederti definitivamente.

Se non ci diamo una mossa e prendiamo coscienza del fatto che non sono quei 200 o 300 euro in più a cambiarci in meglio la vita ci aspetterà un futuro molto triste, ci sono molte cose di cui possiamo fare a meno iniziamo a limitarci negli acquisti futili e cominciamo a dire no prima che ai sindacati confederali non venga la bella idea di portare l’orario lavorativo a 250 ore mensili e dover poi accettare in silenzio.

Continua qui: http://anarchistintheworld.altervista.org/2017/11/15/male-peggioproprio-non-ci-si-vuole-liberare/

Link: http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2017/11/mentre-noi-dormiamo-loro-aumentano.html

Alessandro

Vaccini: Presa per il Culo?






Alessandro

Illegittimi tutti i pignoramenti dell’Agenzia Entrate Riscossione



Nullo il pignoramento di crediti ex art. 72-bis se non indica il dettaglio dei crediti: Equitalia non può attestare con fede privilegiata di aver allegato al pignoramento l’elenco delle cartelle.
L’Agenzia delle Entrate Riscossione si avvale di una particolare procedura di pignoramento di stipendi, pensioni e conti correnti, ordinando direttamente all’ente creditore di versare le somme a proprio favore, sulla base del credito vantato in relazione a cartelle esattoriali e avvisi di addebito (pignoramento art. 72-bis Decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 1973).

L’atto di pignoramento di crediti verso terzi notificato dall’Agenzia Entrate Riscossione spesso si limita ad intimare genericamente il pagamento di una somma complessiva per “tributi/entrate” senza specificare a che titolo siano dovuti tali importi: non è infatti indicato se si tratta di imposte, multe, contributi previdenziali, altre sanzioni amministrative ecc.

Ebbene la mancata indicazione dettagliata dei crediti, della loro natura, degli importi, delle relative cartelle e delle date di notifica costituisce grave motivo di illegittimità del pignoramento, da contestare con opposizione agli atti esecutivi. Poiché nell’esecuzione forzata esattoriale gli unici atti che rendono edotto il debitore del contenuto del titolo esecutivo sono la cartella di pagamento ed eventualmente l’avviso di mora, è necessario quantomeno il riferimento a tali atti, i quali a loro volta indicano, specificandone la fonte e la natura, il credito per il quale si procede a riscossione.

E’ quanto affermato da una recentissima sentenza della Cassazione [1] che di fatto dichiara illegittimi tutti i pignoramenti di crediti verso terzi effettuati dall’Agenzia Entrate Riscossione, dato che tutti sono privi del dettaglio sui crediti oggetto di esecuzione forzata.

Il pignoramento presso terzi dell’Agenzia Entrate Riscossione è nullo se non è indicato il dettaglio dei crediti.

L’illegittimità del pignoramento discende dalla violazione del codice di procedura civile [2], secondo cui il pignoramento presso terzi deve contenere l’indicazione del credito per il quale si procede.

L’Agente della Riscossione non ha poteri di fede privilegiata

Secondo la Suprema Corte, non vale a superare tale illegittimità, l’allegazione, all’atto di pignoramento, dell’elenco delle cartelle di pagamento: «Non può dirsi che le indicazioni sui crediti possano ritrarsi per relationem dal corpo dell’atto di pignoramento notificato. Non vi è infatti dimostrazione che con tale atto sia stato effettivamente notificato all’opponente anche l’elenco delle cartelle per cui si procede. In realtà non vi è alcuna ragionevole sicurezza che tale elenco facesse effettivamente parte dell’atto di pignoramento, posto che esso non reca alcun timbro di unione a tale atto, contiene una data apparente posteriore a questo, redatto su un documento separato rispetto a quello principale, è posto dopo la parte conclusiva ed è anche privo di alcuna autonoma sottoscrizione».

È stata quindi respinta la tesi di Equitalia, secondo la quale l’effettiva allegazione, all’atto di pignoramento, dell’elenco delle cartelle di pagamento per cui si procedeva non potesse essere posta in discussione, stante la fede privilegiata di cui godono i fatti accertati dal pubblico ufficiale.

L’atto di pignoramento presso terzi dell’Agenzia Entrate Riscossione non è un atto pubblico e non ha fede privilegiata.

Secondo i giudici, l’atto di pignoramento presso terzi, anche quando è predisposto nelle forme previste dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 1973, articolo 72-bis in tema di esecuzione esattoriale, ha la natura di atto esecutivo e, quindi, di atto processuale di parte. La fede privilegiata è riservata ai soli atti pubblici, sicché si rivela infondata l’affermazione secondo cui il pignoramento eseguito dall’agente di riscossione fa piena fede, fino a querela di falso, dell’attività compiuta per la sua redazione, inclusa l’effettiva allegazione dei documenti ivi menzionati.

Piena conferma di ciò si trae anche dalla norma secondo cui le funzioni demandate agli ufficiali giudiziari sono esercitate dagli ufficiali della riscossione.

In sostanza, nell’ambito dell’attività dell’ufficiale di riscossione, occorre distinguere il caso in cui egli esercita le funzioni proprie dell’ufficiale giudiziario, rispetto alle quali assume la veste di pubblico ufficiale ed è conseguentemente dotato dei poteri di fidefacienza, dal caso in cui agisce quale operatore privato ed e’ quindi sprovvisto dei citati poteri.

Mentre la notificazione dell’atto di pignoramento costituisce funzione tipica dell’ufficiale giudiziario, sicché all’agente di riscossione che ad esso si sostituisce vanno riconosciuti gli stessi poteri, altrettanto non può dirsi per la stesura dell’atto medesimo, che non rientra fra le attribuzioni dell’ufficiale giudiziario, ma costituisce un atto di parte.

Consegue, dunque, che le affermazioni contenute nell’atto di pignoramento presso terzi predisposto dall’ufficiale di riscossione non godono, al pari di quelle contenute in un qualsiasi atto processuale di parte, di alcuna presunzione di veridicità fino a querela di falso.

Illegittimità del pignoramento di crediti presso terzi: principio di diritto

La Cassazione ha quindi enunciato il seguente importantissimo principio di diritto:

“L’atto di pignoramento presso terzi eseguito dall’agente di riscossione ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 1973, articolo 72-bis in sede di esecuzione esattoriale, sebbene preordinato alla riscossione coattiva di crediti erariali, non acquisisce per ciò stesso la natura di atto pubblico, ai sensi e per gli effetti degli articoli 2699 e 2700 cod. civ., conservando invece quella di atto processuale di parte. Consegue che l’attestazione ivi contenuta delle attività svolte dal funzionario che ha materialmente predisposto l’atto (nella specie, concernente l’allegazione di un elenco contenente l’indicazione delle cartelle di pagamento relative ai crediti posti in riscossione) non è assistita da fede pubblica e non fa piena prova fino a querela di falso, a differenza di quanto avviene quando l’agente di riscossione esercita – Decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 1973, ex articolo 49, comma 3, – le funzioni proprie dell’ufficiale giudiziario, ad esempio notificando il medesimo atto“.

[1] Cass. sent. n. 26519 del 09.11.2017.

[2] Art. 543 cod. proc. civ.

Link: https://www.laleggepertutti.it/182813_illegittimi-tutti-i-pignoramenti-dellagenzia-entrate-riscossione

Alessandro

mercoledì 15 novembre 2017

Scienziato Ammette: I recenti uragani sono fatti dall'Uomo!



"Nelle condizioni di una tipica nuvola di tempesta, in cui coesistono ghiaccio e acqua superfredda, non si può rilevare un'influenza diretta dei canali plasmatici sui processi di formazione del ghiaccio o precipitazione." Nelle condizioni tipiche di nuvole di cirri sottili, i canali di plasma ha indotto un effetto sorprendentemente forte della moltiplicazione del ghiaccio. "In pochi minuti, l'azione laser ha portato ad una forte valorizzazione della densità del numero totale di grassi di ghiaccio nella camera fino a un fattore di 100, anche se solo una frazione di 10-9 il volume della camera è stato esposto ai canali del plasma. "Le particelle di ghiaccio appena formate riducono rapidamente la pressione del vapore acqueo alla saturazione del ghiaccio, aumentando così lo spessore ottico di nuvole fino a tre ordini di grandezza".



Alessandro

Degli ufficiali giudiziari...



Alessandro

lunedì 13 novembre 2017

Terra piatta: A Tutta Gravità




Alessandro

Ci e' stato negato il diritto all'eta' Adulta?

Prendi nota che non sto dicendo come qualcuno dovrebbe o non dovrebbe vivere. Non sto nemmeno presentando opinione. Sto solo presentando una semplice osservazione:

Da selvaggio a domesticoDa non proprietari a possedereDall'età dell'età all'immaturità perpetua













1. non sono proprietari e non possiedono.

2. Essi hanno il diritto naturale all'età adulta, cioè l'autodisciplina.

3. Non possono legittimamente integrarsi nella civiltà, ma sono distesi in parchi, musei, zoo o riserve, fuori dalla vista e fuori mente, tranne in periodi limitati di studio o ricreazione oggettivata..



Le Creature Civilizzate (cioè, le piante ** domestiche, gli animali non umani e gli esseri umani) condividono tre caratteristiche comuni:

1. Sono di proprietà e posseggono.

2. Non hanno il diritto giuridico di maturarsi all'età adulta (cioè, autogestita, vivere senza il permesso di un'autorità, come il diritto di liberare liberamente le proprie teste o il diritto di riprodursi liberamente da un'unione sessuale non represse) . Anche le autorità non hanno questo diritto.

3. Non possono integrarsi legalmente in società selvagge, il che significa che non possono legalmente vivere su terreni poco frequentati. Negli Stati Uniti, per esempio, non sono ammessi più di 2 settimane in terreni non in possesso, e quindi solo in zone controllate altamente controllate.


Il permesso di vivere inediti su terreni non conosciuti crea la più grande minaccia per la civiltà: Età Adulta.

* Il mio amico Sarah Baker (che è diventato internazionalmente noto per aver rifiutato di tagliare il suo prato) mi ha indicato che non addirittura permettiamo alle nostre piante di maturare sessualmente; o, se consentono l'unione sessuale, viene controllata e repressa. Questa rivelazione mi ha ispirato a scrivere questo post sul blog.

** La radice della domestizzazione è dominio, anche la radice del dominio. La sua radice proto-indoeuropea è dem, ovvero dominio o famiglia. Rappresenta i nostri antenati che abbandonano la nomadica vita del cacciatore di raccoglitori per la vita del proprietario del territorio della famiglia, la vita del Signore Terra, il dominio sugli altri, la vita di possedere gli esseri viventi (domesticazione).

*** Eta' Adulta: Emancipazione, Autodeterminazione, Anarchia


Link: http://zerocurrency.blogspot.it/2017/11/are-you-denied-right-to-adulthood.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+MoneylessWorld-FreeWorld-PricelessWorld+(Moneyless+World+++-+++Free+World+++-+++Priceless+World)

Alessandro

Terra piatta: Huston Abbiamo...

Sappiamo che la gravità(Sic!) controbatte la rotazione della terra, e fa', senza prova ed osservazione, aderire tutto alla terra: dal piegare l'acqua(questa e' bella!), al tenere le persone e le cose a testa in giù. Il tutto perché la Terra gira a circa 1.660 km/h.

Pero' qui sorge un problema: Come nelle loro pippe mentali, chiamate equazioni, tengono conto anche della rotazione della Terra intorno al Sole(+60.000 km/h), e del movimento del Sole(+800.000 km//h) e del movimento della Via Lattea(+ 2.600.000 km/h)? Ma quante gravità ci sono per controbattere tutte queste Cazzate?


Alessandro

martedì 7 novembre 2017

Pd vs 5 Stelle




Alessandro

Mela ed Eden: Ancora nei films...

"Assassin's Creed ...Basato sull'omonima serie videoludica sviluppata da Ubisoft, anche produttrice della pellicola, il film è una storia originale ambientata nello stesso universo dei videogiochi. In Assassin's Creed, il condannato a morte Callum Lynch viene costretto a rivivere i ricordi di un suo antenato vissuto al tempo dell'Inquisizione Spagnola, al fine di rintracciare un misterioso manufatto noto come Mela dell'Eden, fulcro di un millenario conflitto tra le società segrete degli Assassini e dei Templari...."










Alessandro

Terra Piatta: Luci Dalla Iss

Buonasera l'amico pilota mi scrive questa sua riflessione dopo aver scattato questa foto sopra Parigi da un'altezza di 12 km:" Ciao Alex, il mio pensiero è semplice, non è possibile che a 400 km si possano vedere le luci della città con la stessa intensità se non maggiore che a 13 km, cioè per me a 400 km non hanno quella intensità le luci anche zoomando, ancora un po' si vedono i fuochi delle "signorine" ( filtrato da me ) ai bordi delle strade- Non è niente di scientifico ma solo pura e semplice logica. Logica alla quale non ci arrivi se prima non ti svegli dal torpore." - Ciao a presto




Fonte: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1507875265969489&set=gm.1584005158322462&type=3&theater

Alessandro

Fruttivori vs Carnivori




Fonte: https://www.facebook.com/groups/1128019223898560/permalink/1739675349399608/

Alessandro

lunedì 6 novembre 2017

Sicilia: la Beffa...




Benvenuti, nella democrazia...

Alessandro

Dell'Ozio

L'articolo che stai per leggere è stato scritto da Bertrand Russell, 1872 -1970, i fatti narrati sono verità storiche ancora oggi non ben comprese dalla massa inerme degli schiavi civilizzati:



ECCO COME CI FREGANO !!

Come molti uomini della mia generazione, fui allevato secondo i precetti del proverbio che dice “l’ozio è il padre di tutti i vizi”. Poiché ero un ragazzino assai virtuoso, credevo a tutto ciò che mi dicevano e fu così che la mia coscienza prese l’abitudine di costringermi a lavorare sodo fino ad oggi.

Io penso che in questo mondo si lavori troppo, e che mali incalcolabili siano derivati dalla convinzione che il lavoro sia cosa santa e virtuosa; insomma, nei moderni paesi industriali bisogna predicare in modo ben diverso da come si è predicato sinora.

Tutti conoscono la storiella di quel turista che a Napoli vide dodici mendicanti sdraiati al sole (ciò accadeva prima che Mussolini andasse al potere) e disse che avrebbe dato una lira al più pigro di loro. Undici balzarono in piedi vantando la loro pigrizia a gran voce, e naturalmente il turista diede la lira al dodicesimo, giacché era un uomo che sapeva il fatto suo...!!

Uno dei metodi più diffusi per investire i risparmi consiste nel darli in prestito a qualche governo. Considerando il fatto che la maggior parte dei governi civili spende un’altissima percentuale del denaro pubblico per pagare i debiti delle guerre passate e preparare le guerre future, chi presta quattrini allo Stato si trova press’a poco nella posizione di quell’infame personaggio di Shakespeare che prezzolava assassini. Insomma le abitudini economiche dell’uomo moderno hanno un solo risultato pratico, quello di aumentare il potenziale bellico dello Stato al quale egli presta i suoi risparmi.

Dall’inizio della civiltà fino alla rivoluzione industriale, un uomo poteva, di regola, produrre con molto lavoro un po’ più di quanto fosse necessario al mero sostentamento di se stesso e della sua famiglia, sebbene sua moglie lavorasse almeno quanto lui e i suoi figli cominciassero a lavorare appena l’età glielo consentiva

L’etica del lavoro è l’etica degli schiavi, e il mondo moderno non ha bisogno di schiavi.



IL SENSO DEL DOVERE  è STATO CREATO DAI RICCHI !

Il concetto del dovere, storicamente parlando, e stato un mezzo escogitato dagli uomini al potere per indurre altri uomini a vivere per l’interesse dei loro padroni anziché per il proprio. L’ozio è essenziale per la civiltà e nei tempi antichi l’ozio di pochi poteva essere garantito soltanto dalle fatiche di molti. Tali fatiche avevano però un valore non perché il lavoro sia un bene, ma al contrario perché l’ozio è un bene.



LA CRISI ECONOMICA SPIEGATA CON GLI "SPILLI"

Supponiamo che, a un certo momento, una certa quantità di persone sia impegnata nella produzione degli spilli. Esse producono tanti spilli quanti sono necessari per il fabbisogno mondiale lavorando, diciamo, otto ore al giorno.

...Ed ecco che qualcuno inventa una macchina grazie alla quale lo stesso numero di persone nello stesso numero di ore può produrre una quantità doppia di spilli.

Il mondo non ha bisogno di tanti spilli, e il loro prezzo è già così basso che non si può ridurlo di più. Seguendo un ragionamento sensato, basterebbe portare a quattro le ore lavorative nella fabbricazione degli spilli e tutto andrebbe avanti come prima.

Ma oggigiorno una proposta del genere sarebbe giudicata immorale. ( e nel 2017 lo è ancora! Gli schiavi scolarizzati difendono ancora il sistema antiquato delle 8 ore di lavoro.)

Gli operai continuano a lavorare otto ore, si producono troppi spilli, molte fabbriche falliscono e metà degli uomini che lavoravano in questo ramo si trovano disoccupati.

Insomma, alla fine il totale delle ore lavorative è ugualmente ridotto, con la differenza che metà degli operai restano tutto il giorno in ozio mentre metà lavorano troppo.

Si può immaginare niente di più insensato?



I RICCHI CI CONSIDERANO "INFERIORI"

L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi. In Inghilterra, agli inizi dell’ottocento, un operaio lavorava di solito quindici ore al giorno e spesso i bambini lavoravano altrettanto (nella migliore delle ipotesi dodici ore al giorno). Quando degli impiccioni ficcanaso osarono dire che tante ore erano forse troppe, gli fu risposto che la sana fatica teneva lontani gli adulti dal vizio del bere e i bambini dai guai.

Quand’ero piccolo, cioè poco dopo che gli operai di città conquistarono il diritto di voto, la legge istituì certe giornate festive, con grande indignazione delle classi ricche. Ricordo di aver udito questa frase dalla bocca di una vecchia duchessa:

“Ma che se ne fanno i poveri delle vacanze? Tanto loro devono lavorare”


COME LA PENSANO GLI SCHIAVI?

In America molti uomini lavorano intensamente anche quando hanno quattrini da buttar via; costoro, com’e naturale, si indignano all’idea di una riduzione dell’orario di lavoro; secondo la loro opinione l’ozio è la giusta punizione dei disoccupati; in effetti gli secca di vedere oziare i propri figli.

Ma, cosa strana, mentre vorrebbero che i figli maschi lavorassero tanto da non aver il tempo di diventar persone civili, non gli importa affatto che la moglie e le figlie non facciano nulla dalla mattina alla sera.

Un uomo che ha lavorato per molte ore al giorno tutta la sua vita si annoia se all’improvviso non ha più nulla da fare.

Insomma lavorare meno è la soluzione !

Link: http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2017/11/bertrand-russell-lidea-che-il-povero.html

Alessandro

Intervista Terra Piatta

Mercoledì sera alle 22:00 su  Radiolisolachenoncè

Link: https://www.facebook.com/groups/44594070834/

Alessandro

domenica 5 novembre 2017

Terra Piatta: ISS motori di jet???



Alessandro

Vaccini: Siamo sicuri che...



Alessandro

Terra Piatta: Insetti sula ISS



Link alla Conversazione : https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10213180902891722&set=gm.1581681165221528&type=3&theater

Link al video : https://www.facebook.com/ESAPaoloNespoli/videos/2125782684114407/

Sul Genocidio dei vaccini

Sempre da Anna:


Quello che accade in Italia, secondo la Corte Penale Internazionale, rientra nel art.6 e segg. ...

<Articolo 6 Crimine di genocidio

Ai fini del presente Statuto, per crimine di genocidio s'intende uno dei seguenti atti commessi nell'intento di distruggere, in tutto o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso, e precisamente:
uccidere membri del gruppo;
cagionare gravi lesioni all'integrità fisica o psichica di persone appartenenti al gruppo;
sottoporre deliberatamente persone appartenenti al gruppo a condizioni di vita tali da comportare la distruzione fisica, totale o parziale, del gruppo stesso;
imporre misure volte ad impedire le nascite in seno al gruppo;
trasferire con la forza bambini appartenenti al gruppo ad un gruppo diverso;

Articolo 7 Crimini contro l'umanità

Ai fini del presente Statuto, per crimine contro l'umanità s'intende uno degli atti di seguito elencati, se commesso nell'ambito di un esteso o sistematico attacco contro popolazioni civili, e con la consapevolezza dell'attacco:
Omicidio;
Sterminio;
Riduzione in schiavitù;
Deportazione o trasferimento forzato della popolazione;
Imprigionamento o altre gravi forme di privazione della libertà personale in violazione di norme fondamentali di diritto internazionale;
Tortura;
Stupro, schiavitù sessuale, prostituzione forzata, gravidanza forzata, sterilizzazione forzata e altre forme di violenza sessuale di analoga gravità;

Persecuzione contro un gruppo o una collettività dotati di propria identità, inspirata da ragioni di ordine politico, razziale, nazionale, etnico, culturale, religioso o di genere sessuale ai sensi del paragrafo 3, o da altre ragioni universalmente riconosciute come non permissibili ai sensi del diritto internazionale, collegate ad atti preveduti dalle disposizioni del presente paragrafo o a crimini di competenza della Corte;
Sparizione forzata delle persone;
Apartheid;

Altri atti inumani di analogo carattere diretti a provocare intenzionalmente grandi sofferenze o gravi danni all'integrità fisica o alla salute fisica o mentale.

Agli effetti del paragrafo 1:

Si intende per “attacco diretto contro popolazioni civili” condotte che irnplicano la reiterata commissione di taluno degli atti preveduti al paragrafo 1 contro popolazioni civili, in attuazione o in esecuzione del disegno politico di uno Stato o di una organizzazione, diretto a realizzare l'attacco;

per “sterminio” s'intende, in modo particolare, il sottoporre intenzionalmente le persone a condizioni di vita dirette a cagionare la distruzione di parte della popolazione, quali impedire I'accesso al vitto ed alle medicine;

per “riduzione in schiavitù” s'intende l'esercizio su una persona di uno o dell'insieme dei poteri inerenti al diritto di proprietà, anche nei corso del traffico di persone, in particolare di donne e bambini a fini di sfruttamento sessuale;

per “deportazione o trasferimento forzato della popolazione” s'intende la rimozione delle persone, per mezzo di espulsione o con altri mezzi coercitivi, dalla regione nella quale le stesse si trovano legittimamente, in assenza di ragione prevedute dal diritto internazionale che lo consentano;

per “tortura” s'intende l'infliggere intenzionalmente gravi dolori o sofferenze, fisiche o mentali, ad una persona di cui si abbia la custodia o il controllo;

in tale termine non rientrano i dolori o le sofferenze derivanti esclusivamente da sanzioni legittime, che siano inscindibilmente connessi a tali sanzioni o dalle stesse incidentalmente occasionati;

per “gravidanza forzata” s'intende la detenzione illegale di una donna resa gravida con la forza, nell'intento di modificare la composizione etnica di una popolazione o di commettere altre gravi violazioni del diritto internazionale.

La presente definizione non può essere in alcun modo interpretata in maniera tale da pregiudicare l'applicazione delle normative nazionali in materia di interruzione della gravidanza;

per “persecuzione” s'intende la intenzionale e grave privazione dei diritti fondamentali . in violazione del diritto internazionale, per ragioni connesse all'identità del gruppo o della collettività;

per “apartheid” s'intendono gli atti inumani di carattere analogo a quelli indicati nelle disposizioni del paragrafo 1, commessi nel contesto di un regime istituzionalizzato di oppressione sistematica e di dominazione da parte di un gruppo razziale su altro o altri gruppi razziale, ed al fine di perpetuare tale regime;per “sparizione forzata delle persone” s'intende l'arresto, la detenzione o il rapimento delle persone da parte o con l'autorizzazione, il supporto o l'acquiescenza di uno Stato o organizzazione politica, che in seguito rifiutino di riconoscere la privazione della libertà o di dare informazioni sulla sorte di tali persone o sul luogo ove le stesse si trovano, nell'intento di sottrarle alla protezione della legge per un prolungato periodo di tempo.

Agli effetti del presente Statuto con il termine “genere sessuale ” si fa riferimento ai due sessi, maschile e femminile, nel contesto sociale. Tale termine non implica alcun altro significato di quello sopra menzionato.>

Link :https://childrenandarmedconflict.un.org/keydocuments/italian/romestatuteofthe7.html

Alessandro

Delle Truffe




Link: http://www.brocardi.it/codice-penale/libro-secondo/titolo-xiii/capo-i/art629.html#commento19823

Alessandro

martedì 31 ottobre 2017

Razzismo o natura?

Osservando bene la natura, e la sua grande intelligenza, si evince che, per ogni specie animale che ci sono differenti razze. Pensiamo a quanti cani, gatti, uccelli, serpenti e via dicendo ci sono? Come mai questa diversificazione?

Adattamento all'ambiente. Nella grande volontà di sperimentare più Vita, La Natura, assume più forme.

Dato questi fatti innegabili, come il fatto che l'uomo e' un animale, cosa ci fa' credere che noi possiamo scappare a questa regola? Infatti e' impossibile. Basta studiare la storia umana, per capire che differenti razze, hanno solcato il pianeta: Il Neanderthal, il sapiens, il sapiens sapiens, Homo habilis, Erectus....

Come allora così adesso: La razza caucasica, mittle europea, nera, pelle rossa, occhi a mandorla. Catalogare l'uomo sulla base di comportamenti e credo, quello e' vero razzismo. In natura non esiste il mussulmano, l'ebreo, il cristiano...

Tutte le razze sono Ariane, fino a che evitano la mescolanza, la quale può indebolire le 2. 

Ai signori che vogliono mettere la testa sotto la terra dico che probabilmente loro applicano la peggior specie di razzismo:  Lo specismo. Ovvero, crede che l'uomo e' superiore agli altri animali e natura, e quindi li possiamo usare a nostro piacimento, compreso mangiarli!

E' inesistente L'uomo e la natura, in quanto noi, come specie e razze, ne facciamo parte, ed e' nostro compito preservarla, pena, la nostra estinzione.


Alessandro

domenica 22 ottobre 2017

Equitalia




Pillole: EQUITALIA-CARTELLA NULLA- Sapete perchè, oltre a tutto il resto, le cartelle di EQUILADRIA sono illegali? Perché nel riepilogo vengono sommati dei NUMERI che diventano magicamente EURO! Ma, mancando l'unità di VALORE a fianco ad ogni numero (che dev'essere motivato), la loro pretesa è riconducibile (Codice Penale- Libro II – Dei delitti in particolare - TITOLO XIII - Dei delitti contro il patrimonio mediante violenza alle cose o alle persone) al reato di estorsione sanzionato dagli art. 624-625-629 del codice penale italiano.

Alessandro

venerdì 20 ottobre 2017

Pensiero: Dei sogni...

Cosa ci emoziona? L'esperienza, la quale ci dona sempre qualcosa. Ora, dato che così detti sogni, portano grandi stati dell'essere ed emozioni, possiamo dire che sono Veri, nel "Vero senso della Parola? Si. Punto!


Alessandro

Dispersione delle Forze

Tutti quelli che protestano in piazza, potrebbero risparmiarselo. Chiedere al carnefice di risolvergli il problema, mi sembra alquanto poco sensato.

Ma se proprio lo si deve fare, e' meglio farlo in piccoli gruppi, in modo da disperdere le loro forze, e creare una falla micidiale. 

Hanno un problema, se vai in 3, te ne mandano 6 o più, per far vedere la loro forza. E questa e' la loro debolezza.

Con 100, 1000 gruppi di 3, quanti glie ne servono? Un numero che non possono raggiungere, e sopratutto, saranno talmente sparpagliati da creare dei buchi enormi nella loro rete di "protezione" e comunicazione...



Alessandro

Terra Piatta: Beccati?



"Il Laboratorio della Nasa per la propulsione dei Jet. L'artista John Howard al lavoro sulla sua ultima animazione: Il satellite per la topografia della superficie ed acque. Il lancio e' previsto per il 2020...

Alessandro

giovedì 19 ottobre 2017

Reinventatevi la vita



Perché continuate a chiedermi le stesse cose? Io non posso liberarvi dalla schiavitù del lavoro, ma ve lo dico ancora una volta.

I vostri desideri creano richiesta di lavoro. Desiderate quella nuova cucina? I falegnami dovranno sgobbare per voi. Desiderate quelle scarpe di marca?  Nel terzo mondo bambini sfruttati lavorano per voi.

E' un circolo vizioso lo so, voi siete SCHIAVI di padroni e fabbriche e uffici e lavori malpagati e infelici, e allo stesso tempo quelli che lavorano per realizzare i VOSTRI DESIDERI sono schiavi di un altro meccanismo diabolico, spesso peggiore del vostro.

La Verità è che ci hanno convinti che il Capitalismo fosse il Paese dei Balocchi dove tutto è dovuto, ma non è così, ogni cosa ha il suo prezzo, l'unica cosa che potete fare ora è non desiderare, digiunare dagli acquisti, fare passeggiate ed escursioni con gli amici, chiacchierare, insomma, qualsiasi cosa che non richieda denaro o ne richieda davvero poco, come spostarsi in macchina.


REINVENTATEVI LA VITA

I capricci costano, fare i fighi vestiti di marca costa, essere tecnologici costa, essere alla moda costa, fare della vostra casa una reggia di oggetti inutili costa.

Non costa invece giocare a calcio, arrampicarsi sugli alberi, costruire capanne nei boschi, fare le cene a casa con gli amici, fare un giro in motorino.

Il mondo si regge sui desideri, meno desideri abbiamo e più liberi siamo tutti. Hai ordinato un pacco s internet? Che ti costa aspettare una settimana invece che pretendere ti arrivi in due giorni?!

La cucina che hai è vecchia?  Si...funziona ancora? Si. E allora perché cambiarla?  E' un capriccio e uno spreco di soldi ogni tua scelta nel mondo moderno.

Se tutti imparassimo ad accontentarci e ad essere meno altezzosi, domani al posto di pensare alla prossima nostra vacanza potremmo essere in piazza a passeggiare spensieratamente e le piazze brulicherebbero di vita e di persone finalmente felici, tutti lavorerebbero pochissime ore la settimana e come per magia sparirebbero nel giro di un mese ansia, stress, e dipendenze da alcool, droghe e farmaci.

In poche parole l'intero Sistema che tanto detesti collasserebbe.

Link: http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2017/10/reinventatevi-la-vita.html

Alessandro

mercoledì 18 ottobre 2017