AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

martedì 6 dicembre 2016

Il servo ed il padrone



Non c'è niente che un servo non sia disposto a fare per il suo padrone, persino morire, e la storia ne è zeppa di popoli asserviti. Un servo, che sia davvero un servo e non invece una persona con qualche 'strana idea nella testa', riesce anche a costruirti una piramide, ma che dico! una valle di piramidi! 

Riesce a progettare armi di distruzione di massa, stazioni spaziali orbitanti, città enormi, e strade lunghissime, infinite! Riesce ad estrarre minerali dal sottosuolo e a trasformarli per mezzo di industrie, che egli sa costruire e in cui sa lavorare per produrre una quantità di ricchezza tale da riempire forzieri colossali, privati, non suoi. 

L'abnegazione e l'efficienza di un vero servo non trova eguali in tutto l'universo, egli fa tutto, sa fare tutto, se questo tutto gli viene ordinato dal padrone.

Però se tu prendi questo servo e tu, che sei un altro servo ma con qualche idea strana di libertà in testa, gli dici di autogestirsi la vita, quello ti dirà che è impossibile farlo, ti dirà che ci vuole per forza qualcuno che lo governi, che lo diriga, perché -aggiunge- un popolo non sa fare niente senza una guida, senza un fuhrer, senza un duce, foss'anche un governo democratico-parlamentare.

Un servo, in buona sostanza, ma che sia un vero servo, non è altro che una formazione biologica addestrata culturalmente ad obbedire agli ordini di un padrone, addestrata a difenderlo, e soprattutto a perpetuare questo stato di cose che lo schiavo ha imparato a definire 'società civile'.

Oggi il padrone ha ordinato al servo di andare a porre una X su un pezzo di carta, quel pezzo di carta che lo ha sempre illuso, e che lo illuderà ancora. Che cos'è l'illusione? L'illusione è tutto quel che un vero servo vuole dai padroni. Il servo prima vuole dei padroni, e poi da questi illusioni, e sempre ottiene e gli uni e le altre. E' storia!

Fonte: http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2016/12/non-ce-niente-che-un-servo-non-sia.html

Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento