AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

giovedì 3 dicembre 2015

La Trappola del Patriottismo




Di Cloud's Walden

Vorrei semplicemente dire che identificarsi in una bandiera nazionale significa non aver capito assolutamente niente dei meccanismi del dominio e del capitale. Non aver capito neanche che si è schiavi, né quindi come lo si è diventati.

Può capitare, certo, di non capire qualcosa, e d'altra parte il sistema, con le sue scuole, non viene mica a spiegarci come funziona il suo essere criminale, e in questo non capire le cose si può rimediare (volendo, ma il più delle volte non lo si vuole), ma ciò che ritengo pericolosissimo è proprio questa identificazione di se stessi in una bandiera, che è sempre qualcosa che proviene dall'esterno a noi e che equivale a dire lo sciogliersi, lo smaterializzarsi, l'annullarsi come singolo individuo per diventare quel burattino tra i burattini a cui si comanda con facilità, sapendo che l'ordine verrà da questo burattino eseguito perfettamente.


E di fatto, quando una schiera di schiavi sfruttati si fa massa e si identifica nel concetto di patria nazionale, è sempre pronta a fare la guerra nei confronti di un'altra schiera di schiavi sfruttati che si identificano a loro volta nella loro bandiera.


Ora, anche un demente sa che per eliminare definitivamente un problema bisogna eliminarne la causa che lo genera, ma eliminare stati e confini (anzitutto dalla propria testa) sembra alle masse ignoranti qualcosa di impossibile, proprio perché le masse ormai si sono identificate totalmente nella causa stessa del problema.

La massa è colui che le guida, in tutto e per tutto, dall'esterno! 
Così gli errori e gli orrori si ripetono, le masse fanno finta di dispiacersene, magari inneggiano pure alla pace e alla fratellanza, ma al comando ricevuto partono immediatamente in guerra per difendere gli interessi dei padroni, altrimenti detti 'patria'.

Fonte: http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2015/12/la-trappola-del-patriottismo.html

Libertà

Nessun commento:

Posta un commento