AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

venerdì 20 novembre 2015

Dalla Rete: Sulla Nascita

< Quando a "qualcuno" si chiede quando e dove è nato, egli risponde in base alla propria memoria personale di quell'evento, o per sentito dire? Ovviamente per sentito dire non avendo egli alcun ricordo dell'atto della sua nascita, quindi risponde in base a ciò che qualcun altro ha detto , o da quello che è scritto su un pezzo di carta.

Questo "qualcuno" perciò mente e ciò che afferma è una menzogna e per la corte chi mente non può essere considerato un testimone>

Questo significa che il nostro essere viene slegato dai documenti in cui vi è riportata la nascita se si afferma che "ci è stato detto che siamo stati informati di tale data ma della cui veridicità non siamo certi".

In pratica si è "sentito dire"...

Il certificato di nascita, e tutti i documenti in cui vi è riportata questa data, esistono solo in virtù della menzogna che viene detta ogni volta che si risponde confermandola....

Se qualcuno ci chiede quando siamo nati, ci sta chiedendo di essere testimone contro noi stessi! Egli ci chiede di dargli le informazioni da utilizzare contro di noi. E' suo dovere raccogliere prove, non è nostro dovere fare il loro lavoro per lui...

Partendo da questo presupposto anche la registrazione dell'ufficiale dell'anagrafe è inattendibile e falsa ("della cui nascita mi sono accertato con la presentazione della dichiarazione della levatrice") in quanto egli non solo non era presente all'evento ma si è basato su affermazioni di testimoni anch'essi assenti al parto.

Emoticon smile Emoticon kiki http://ecclesia.org/truth/license.html 

Libertà

Nessun commento:

Posta un commento