AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

lunedì 26 ottobre 2015

Il Nome: Altri Tasselli 2

Abbiamo Visto tante belle Novità riguardate L'Atto Giuridico di Nascita. Ora una chicca: Le parole ed il loro significato. E' stata come una folgorazione, dopo aver parlato con una nostra sorella.

Vediamo che l'Art 70 del regio decreto, e' stato modificato così:

"Art. 70. - 

1. La dichiarazione di nascita è resa indistintamente da uno dei genitori, da un procuratore speciale, ovvero dal medico o dalla ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando l'eventuale volontà della madre di non essere nominata.

2. La dichiarazione può essere resa, entro dieci giorni, presso il comune nel cui territorio è avvenuto il parto o, entro tre giorni, presso la direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura in cui è avvenuta la nascita. In tale ultimo caso è trasmessa dal direttore sanitario all'ufficiale di stato civile competente nei dieci giorni successivi, anche attraverso l'utilizzazione di sistemi di comunicazione telematici.

3. I genitori , o uno di essi, hanno facoltà di dichiarare, entro dieci giorni dal parto, la nascita nel proprio comune di residenza. Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso comune, salvo diverso accordo tra di loro, la dichiarazione di nascita è resa nel comune di residenza della madre. In tali casi il comune nel quale è resa la dichiarazione deve procurarsi l'attestazione dell'avvenuta nascita presso il centro di nascita che risulta dalla dichiarazione. Ove la nascita sia avvenuta al di fuori di un centro di nascita, è necessario produrre una dichiarazione sostitutiva resa ai sensi dell'articolo 2 della legge 4 gennaio 1968, n.15, e del relativo regolamento di attuazione adottato con decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 1994, n. 130. 4. Alla dichiarazione di nascita non si applica l'articolo 41"

Che cosa significa Resa?? Ecco le definizioni:

"résa s. f. [der. di rendere, part. pass. reso]. –

1. L’azione, il fatto di arrendersi, come cessazione di ogni resistenza di fronte al nemico: intimare, accettare la r.; le condizioni della r. (r. a condizioni, r. incondizionata o a discrezione; r. con onore delle armi); obbligare alla r., anche in senso fig., di chi vince in qualche occasione la resistenza di altri imponendogli la propria volontà. 

2. L’atto e il fatto di rendere, di restituire, cosa avuta in consegna o comunque sia dovuta ad altri. In partic.........: "

Abbiamo capito Bene? La Dichiarazione e' restituita all'avversario e restituita la cosa!!!! Ora, nemmeno San Tommaso può discutere questi Fatt!

Libertà

Nessun commento:

Posta un commento