AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

lunedì 21 settembre 2015

Il Lato Oscuro del Presidente Buono.


Le Verità che riaffiorano: STORIA DI UNA DONNA INCINTA CONDANNATA A MORTE. 

L'ordine di fucilarla arrivò da un criminale di nome "Sandro Pertini" 


"Sandro Pertini, indegnamente spacciato per un eroe del nostro tempo, per un uomo degno di stima e ammirazione. I fatti dicono il contrario: fu un inetto e, per giunta, con le mani sporche di sangue."

Roberto Marzola

Sandro Pertini era considerato ignorante o, addirittura, inetto alla politica, dagli uomini del suo stesso partito: Riccardo Lombardi lo definiva come “cuor di leone e cervello di gallina”.

Luisa Ferida, nome d'arte di Luigia Manfrini Farné (Castel San Pietro Terme, 18 marzo 1914 – Milano, 30 aprile 1945), è stata un'attrice italiana. Fu una delle più note e capaci attrici del cinema italiano nel decennio 1935-1945. Aderente al fascismo e allaRepubblica Sociale Italiana, venne fucilata dai partigiani, assieme al marito, l'attore Osvaldo Valenti, perché accusata di collaborazionismocon i nazisti, principalmente per la partecipazione ai crimini di guerra e alle torture della cosiddetta "banda Koch", accusa della quale era in realtà probabilmente innocente, come fu riconosciuto nel dopoguerra

A 31 anni, incinta (Kim, l'unico figlio avuto da Valenti, era morto poco dopo la nascita), la Ferida fu fucilata dai partigiani in via Poliziano a Milano assieme a Valenti il 30 aprile1945, dopo un sommario processo nel quale fu accusata di collaborazionismo e soprattutto di aver torturato alcuni partigiani imprigionati a Villa Triste. Non fu mai accertata in sede giudiziale una loro responsabilità rispetto alle attività della banda Koch.

E nonostante innocenti furono condannati a morte.  Sandro Pertini ordina di fucilare Luisa ferida, incinta, senza processo solo perché simpatizzante fascista.

C'è da dire che Pertini, peraltro ritenuto niente più che un... utile idiota... da molti suoi stretti "compagni", "amici" e collaboratori ideologici e politici, fu una persona particolarmente limitata sul piano intellettuale, crudele, falsa ed ipocrita;..

Ma il regime massonico, sionista, rothschildiano, imposto militarmente in Italia dagli "alleati" di Rothschild fin dal 1943 ai nostri giorni, se ne è sempre servito spregiudicatamente per i suoi loschi e criminali intrighi contro il popolo italiano, usando a suo favore il proprio monopolio mediatico sulla stampa e sulla televisione in Italia per dipingerlo come un... "bravuomo",... al fine di imbonire il pubblico circa un suo preteso lato umano positivo che egli, in realtà, non aveva affatto.


Fonte:  http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/2015/09/il-lato-oscuro-del-presidente-buono.html

Libertà

Nessun commento:

Posta un commento