AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

lunedì 20 luglio 2015

Strano...

Gli agenti della polizia penitenziaria hanno trovato il corpo senza vita qualche minuto prima delle 23

Si e' impiccato con un lenzuolo nel reparto di isolamento del carcere Regina Coeli Ludovico Caiazza, il 32enne di origine napoletana, ritenuto il killer del gioiellere romano ucciso durante una rapina mercoledì scorso. La procura di Roma aprira' questa mattina un'inchiesta per fare luce sulla morte. Il 32enne era stato fermato sabato all'altezza della stazione di Latina perche' ritenuto responsabile dell'omicidio di Giancarlo Nocchia, il gioielliere ucciso nel suo negozio di via dei Gracchi il pomeriggio del 15 luglio scorso dopo una rapina.

Gli agenti della polizia penitenziaria che dovevano sottoporre il detenuto a un controllo ogni quindici minuti hanno trovato il corpo senza vita qualche minuto prima delle 23.Inutili i soccorsi. Caiazza era in isolamento, solo in cella, nel settimo reparto di Regina Coeli dove si trova la sezione 'nuovi giunti'. Caiazza, che era da solo in cella senza essere tenuto sotto stretta sorveglianza, era in attesa di essere interrogato dal gip per la convalida dell'arresto.

Fonte: http://www.latinapress.it/latina/15359-gioielliere-ucciso-a-roma-si-uccide-in-carcere-il-killer-arrestato-a-latina

Libertà

Nessun commento:

Posta un commento