AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

lunedì 1 giugno 2015

Il Nome: Chi sei?

Il problema che vedo con le varie Carte, che siano dichiarazioni, Autocertificazione, e' quello di continuare ad identificarsi con un Pezzo di Carta.

Quando si esibisce questa carta, si viene presi per quello che vogliamo: un identificativo. Ancora una volta una Persona, a Diritti limitati.

Gli Uomini di sistema sono indottrinati a sapere (ed e' davvero desolante) a sapere Uno chi e' tramite un pezzo di carta, riconosciuto, quindi sotto la loro giurisdizione. 

Se mai ce ne fosse possibile, ne ho avuto l'ennesima conferma, con un bello scambio avuto qualche giorno fa'. Senza Nome Legale, sono persi: tutto finito.

Ma davvero crediamo che tramite un file in un computer sappiamo chi e' un Essere Umano? 

Vogliamo parlare di quelli della Uno Bianca? E che dire della rapina a Napoli? E che dire del carabiniere che ubriaco a ucciso un pensionato? E Gabriele Sardi? E Giuseppe Uva? Ed i pestaggi della Bolzaneto?



Libertà

1 commento:

  1. e la dimensione dell'IO è divenuta talmente grande che nemmeno i confini dei presunti stati è piu in grado di contenerlo, figuriamoci un pezzo di carta.
    a breve i confini saranno talmente irreali, come il granducato di toscana o il ducato di Parma che confinare L'IO in un presunto stato sarà come mettere la foresta nera dentro una aiuola e allora perchè continuare a chiedere come fare con il passaporto e la carta d'identità?
    IO Sono seduto nella camera piu piccola della mia abitazione, il documento ancora in mano......Namaskar

    RispondiElimina