AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

sabato 23 maggio 2015

Il Linguaggio: le Sillabe 2

Come sappiamo, ogni parola ha in sé il seme della creazione, essendo puro suono. La lingua italiana e' polisemica, ovvero, abbiamo diversi significati per una stessa parola. un Esempio.

"...Presto che e' tardi..."
"...Gli Presto dei soldi..."
"...Presta attenzione..."

Il contesto ci suggerisce(!) il significato. Ma e' proprio così? Si e No. Cosa ha in comune la parola "presto" indipendentemente dal contesto? Le sillabe, il suono. Cambiando fattori la somma e' immutabile.

Prestando attenzione, capiamo anche che, il significati di "dare", e' mantenuto, in ogni frase. E qui ritorniamo alla creazione: cosa stiamo evocando??

Dare per assunto e presunto che una parola significa proprio quello anche nel suo contesto, e' cedere la creazione ad altri. E se evitassimo di attribuire un determinato significato, e la leggessimo per quello che è?

Anche giocando con le sillabe di questa parola, vediamo che tutto torna

Presto = Pre - Sto. Essere(sto) prima.(Pre). Chi anticipa i tempi(Pre), è creditore verso se stesso (sto).


A questo punto, vorrei proprio avere per le mani il Libro delle parole di chi le ha create.

Libertà

2 commenti: