AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

giovedì 21 maggio 2015

Dalla Rete




<"SONO CAPACI DI STARE IN GIUDIZIO LE PERSONE CHE HANNO IL LIBERO ESERCIZIO DEI DIRITTI CHE VI SI FANNO  VALERE."






"Le associazioni e i comitati, che non sono persone giuridiche, stanno in giudizio per mezzo delle persone indicate negli art. 36 e seguenti del codice civile. "

<Art. 86. Difesa personale della parte.
La parte o la persona che la rappresenta o assiste, quando ha la qualità necessaria per esercitare l'ufficio di difensore con procura presso il giudice

adito, può stare in giudizio senza il ministero di altro difensore>


(1) La Corte costituzionale, con sentenza n. 220 del 16 ottobre 1986, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del presente articolo nella parte in cui non prevede, ove emerga una situazione di scomparsa del convenuto, la interruzione del processo e la segnalazione, ad opera del giudice, del caso al pubblico ministero perché promuova la nomina di un curatore, nei cui confronti debba l'attore riassumere il giudizio. Cfr. Cass. Civ., sez. I, sentenza 13 settembre 2007, n. 19162 in Altalex Massimario

Libertà

1 commento:

  1. Carissimo Alex è sempre un piacere disquisire con te, tra l'altro partecipai ad un tuo convegno a Modena. Consideri sempre valida la 'mossa' di dichiararsi in un caso giudiziario come Mario della famiglia Rossi (o dinastia o casato come meglio si preferisce)? Ci sono casi pubblici verificatisi in Italia? Ho un paio di registrazioni audio, ma avrei apprezzato più dei video. buon lavoro.

    RispondiElimina