AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

domenica 24 agosto 2014

Piccola speculazione

Salve Fratello Caro

Ieri speculavo su di alcune civiltà massacrate in passato, tipo gli indiani di america, i quali apparentemente vivevano in "armonia" con la natura.

Probabilmente vivevano poco in armonia con essa. Quanti animali innocenti hanno ucciso per la loro vita fuori equilibrio?

Niente e nessuno può giustificare un omicidio, che sia animale-umano, o di altra specie..

In Pace ed Onore
colui che è

5 commenti:

  1. beh si quindi erano solo grandi saggi?che predicavano bene e razzolavano male? ma questo tuo pensieroi fa capire che non dobbiamo nutrirci di carne!ma solo di oryaggi e co.???

    RispondiElimina
  2. non mi risulta che gli indiani d america sterminassero gli animali ,i bianchi li hanno sterminati così per "tattica militare"...

    RispondiElimina
  3. Ave Fratello,
    per te massima ammirazione e rispetto poiché ogni tuo intervento è stato sempre impeccabile, ma su questo tuo pensiero posso dirti che ti sbagli alla grande. Gli indiani d'america avevano scelto di vivere in quel modo particolare e se uccidevano i bisonti era solo perché era la maggiore fonte di sostentamento. Prova ad immaginarti in quei tempi ed in quel territorio; mica c'erano i negozi dove comprare frutta e verdura! Non si può quindi giudicare un popolo saggio come loro in questo modo. La prima cosa che facevano appena uccidevano un bisonte era quella di onorarlo e ringraziarlo per il sostentamento che ne avrebbero ricevuto: pellami e carni. Quindi ne mangiavano il cuore. L'atto di mangiare il cuore donava all'animale stesso una liberazione dove lo scopo della sua vita era stato ultimato per una giusta causa. A quel punto lo spirito dell'animale poteva ricongiungersi a quello del regno animale.
    Gli unici esseri umani a cui dovresti riferirti sono coloro che mangiano carne (da loro non cacciata, quindi senza alcun rito) comprata dal macellaio sotto casa o al supermercato, loro si che sono assassini: hanno delegato qualcun altro ad uccidere; inoltre non sanno neppure cosa mangiano.
    Ripensaci!
    Un Abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ragazzi all'universo che ci piaccia o meno, mai consete la violazione del libero arbitrio altrui, e questo senza se e senza ma. Ad una azione corrisponde una reazione.

    RispondiElimina
  5. Ave Fratello
    concordo su quanto dici qui ora " l'universo ... mai consente la violazione ... ad azione corrisponde una reazione" ma non riesco a comprendere cosa c'entri!!! A me pare che gli indiani d'america abbiano vissuto in piena armonia con la natura e l'universo. Loro rispettavano proprio quelle leggi. Non avrebbero mai ucciso un animale o umano se non per sfamarsi o per difendersi. Quindi se domattina viene da te uno yankee e vuole la tua casa o la tua terra in cui abiti, te lo lasci fare o ti opponi a lui e pretendi rispetto? Lui sta invadendo il tuo spazio sacro e tu stai a guardare? Io credo che a quell' azione dello yankee corrisponda una tua reazione; e così hanno fatto gli indiani, soltanto che non conoscevano ancora la lingua biforcuta dell'uomo bianco, quindi sono stati trucidati.
    un Abbraccio

    RispondiElimina