AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

giovedì 3 aprile 2014

Assunzione e Presunzione: Le Parole

Ave Fratello Caro

Come abbiamo visto, dando per assunto e presunto determinate cose, praticamente ci mettiamo nelle mani altrui. E facendolo volontariamente, ci siamo in contratto.

E questo vale per tutto, parole comprese. Siamo concordi con le regole grammaticali altrui? Presi, in contratto. Siamo sicuri che ciò che leggiamo significa proprio quello che leggo?

Decisamente no. Guardate i miei post sul lato oscuro delle parole. Questo cosa ci insegna? Per me, che prendo per assunto e presunto solo quello che io creo, conoscendone l'intento, evito di essere concorde con tutto quello che capisco poco.

Mi arriva una carta che vuole questo o quello? Bene, la rimando indietro volendo sapere cosa significa ciò che chiedo e come mai dovrei farlo.

Se e' valida la loro definizione delle parole, e' altresì valida la mia: Siamo tutti uguali! Nessuno e' meglio di nessuno, supposte autorità comprese.

Nessuno e dico nessuno ci può obbligare a fare qualcosa al di fori del nostro pacifico essere ed agire. E chiunque vuole entrare nella nostra vita, deve rispettare il nostro essere.

Leggetevi i Lavori di Kate of Gaia, ed ascoltatela. Vi folgorerà!

In Pace ed Onore
colui che è

Nessun commento:

Posta un commento