AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

mercoledì 26 marzo 2014

Sulle Banche ed altro..

Ave Fratello Caro

Da un Nostro Fratello:

Allego una lettera di una amico che ha fatto diverse cause alle banche per questo motivo, su 6 mi pare che 4 vinte e 2 ancora in attesa di giudizio: Se hai affidamenti bancari di qualsiasi natura (conti correnti o conti anticipo, ecc - ma molto spesso anche prestiti, leasing, mutui) sappi che la banca applica tassi d’interesse notevolmente superiori a quelli di usura (occultandoli) nel 90% del casi. 

Lo fanno sistematicamente applicandoti (in evidenza) tassi appena inferiori al tasso soglia a cui però aggiungono le spese accessorie, gli interessi di mora, le CMS o commissioni di altra natura o loro sostitute, spese e costi vari, che, come stabilito dalla sentenza n. 12028, del 26/03/2010 della Suprema Corte di Cassazione, sono da considerarsi concorrenti ai fini della determinazione del tasso realmente applicato dalla banca.

Tale illecito comportamento della banca (di rilievo penale) comporta, come previsto dalla Legge antiusura (Legge 108/96 ), che tutte le operazioni siano ricalcolate, che sia dovuto solo il capitale e null’altro e che:

1) Vengano eliminati gli interessi debitori in quanto non dovuti per violazione della Legge antiusura;
2) Vengano calcolate ogni fine d’anno le competenze dovute a credito del cliente;
3) Vengano eliminate le commissioni di massimo scoperto;
4) Vengano eliminate le spese di gestione e tenuta del conto;
5) Vengano annullati i cosiddetti “giorni banca” e cioè l’accredito o l’addebito delle somme in giorni diversi dalla data dell’operazione;
6) Vengano sostituiti i tassi di interesse attivo applicati dalla banca con i tassi di interesse legale stante la indeterminabilità del tasso legale per come esso è stato rappresentato dalla banca durante il rapporto di conto corrente.

A tale circostanza va sommato inoltre il danno conseguente l'accredito tardivo di bonifici e assegni, e pretesa di interessi sugli interessi, ovvero il cosiddetto "anatocismo".

Ciò comporta nella quasi totalità dei casi, abnormi superamenti dei tassi usurai. 

In questo caso, accertata l'usura (e quindi potendo usufruire delle leggi antiusura), devi restituire solo il capitale e zero interessi e spese che ti devono essere totalmente restituiti. Inoltre, ti devono pagare gli interessi al tasso legale. 

A tutto ciò si deve ulteriormente sommare il risarcimento del danno diretto e indiretto cagionato per illecite segnalazioni a sofferenza e/o di altra natura presso le varie centrali rischi, la sottrazione di liquidità all’azienda con il danno conseguente la sua mancata crescita e pregiudizio alle eventuali società collegate.

Per esperienza, se il maltolto è 10 avanza proposte alla banca per 20. 
10 di maltolto + 10 per danni cagionati dalla sottrazione di liquidità, mancato sviluppo dell'azienda, errate segnalazioni in centrali rischi, eventuali iscrizioni pregiudizievoli sui tuoi beni, ecc. 

Il testo unico bancario dice che hai diritto a chiedere alla banca gli estratti conto degli ultimi 10 anni (nel caso non li avessi più) ma ricorda che, se il conto è ancora aperto, puoi far fare il ricalcolo dalla sua apertura e recuperare tutto il maltolto anche degli ultimo 20 anni.

Fatti controllare i conti e ricalcolare il saldo.




Semplificando: se la somma tra l'interesse applicato TAN e il tasso di mora superano il tasso soglia deciso dalla Banca d'Italia, il contratto è in usura! 

Questo a seguito della sentenza 350 del gennaio 2013 della Cassazione a sezioni riunite; con conseguente annullamento degli interessi ancora da versare e restituzione di quelli versati.

Il reato è prescritto dopo 10 anni, quindi si può tentare il recupero anche per un contratto già chiuso.


Con Amore
 colui che è

Nessun commento:

Posta un commento