AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

martedì 6 agosto 2013

Sovranità Aggiornamenti targhe.

Ave Fratello Caro,

Come ben sai, sto' viaggiando con le Targhe Sovrane ed il relativo Libretto. Oggi sono andato per la Rottamazione per Espatrio, il costo e' di 100 euro, ma richiedono di saper il nuovo paese.

Qualsiasi tipo di radiazione dal P.R.A. sembra preclusa, solo con la rottamazione e radiazione (tramite rottamazione o quella di ufficio) si può deregistrare la macchina.

A questo punto, vado di notifica: gli invio la loro roba rigettando i loro servigi, vediamo come reagiscono. Intanto cerco anche altre vie. Se avete delle Dritte, fatevi sotto!

Con Amore
sandro di gaia

5 commenti:

  1. Ciao Sandro, fino a qualche anno fa bastava recarsi al PRA dove era possibile consegnare tutti i documenti e le targhe, sottoscrivendo l'autocertificazione in cui si dichiarava che il mezzo restava in proprio possesso e veniva utilizzato limitatamente su aree private.
    Il costo dovrebbe limitarsi ad una 50 di euri, invece azzi se la devi ritargare (circa un mille zozzi+rotture alla Motorizzazione)


    Io proverei a fare quanto sopra, autocertificando che il mezzo restava in proprio possesso con riserva di espatrio (senza esplicitarne le limitazioni all'utilizzo)


    PS
    Hai risolto con l'assicurazione?
    Non ti hanno ancora fermato per spiegazioni?

    RispondiElimina
  2. Purtroppo la rottamazione delle sole targhe, tenendo il mezzo per utilizzo su aree private e/o competizioni non e' piu' possibile da anni.
    Pare per questioni legate al discorso "inquinamento" (il veicolo fermo e' considerato "Rifiuto Speciale"...).

    Ad ogni modo, la richiesta del paese di destinazione serve per produrre i documenti atti a reimmatricolare il mezzo nel nuovo paese, operazione che andra' poi svolta dal nuovo proprietario una volta che l'auto dovesse giungere a destinazione.
    Per quello che mi risulta dovrebbe essere possibile dichiarare un paese qualsiasi.
    (Nel mondo del fuoristrada qualcuno utilizza gia' questa tecnica per tenersi il mezzo in cortile ed usarlo come "fornitore parti di ricambio", a proprio rischio).

    Quello che importa e' che tale rottamazione comprende la cancellazione dal PRA Italiano.

    Sono curioso anch'io circa l'Assicurazione e le eventuali spiegazioni.

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Scusa sandro ma indicare come paese di espetrio il Regno Sovrano di Gaia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche, ma perché leggitimarli ancora? Io notifico e loro devo fare, dopo tutto e' tutto pagato!

      Elimina