AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita

sabato 11 maggio 2013

Sui sigilli..

Ciao Fratello Caro,

Ecco un ottimo articolo, di un nostro Fratello, MI-LA che già ci ha regalato diverse perle di Vera e Propria Conoscenza. Grazie di Essere ed Esistere.

Il Sigillo 

quando pensiamo alla burocrazia di questo ex stato italiano, al proliferare di documenti identificativi, certificazioni ecc ecc sembra di osservare una sterile macchina cieca una catena di montaggio senz'anima e questo apparentemente corrisponde al vero ma non deve indurci a pensare che l'ideazione di tutto questo meccanismo sia stata altrettanto sterile e cieca. 


Purtroppo più osservo gli le forme intorno a me, i simboli, la scrittura per prima ed il modo di adoperarla per manifestare o celare idee, più mi rendo conto che nulla è stato fatto per caso. 


Lo scopo di questo ex stato, repubblica, invero corporazione pignorata, come peraltro le altre corporazioni della ex unione europea è tutto altro che grossolano. 


Sarebbe un errore pensare che il denaro sia il stato il fine di tutta questa enorme e antica macchinazione. Lo scopo è il potere sull'uomo inteso come esser umano in carne ossa sangue anima e spirito.


Ecco che riflettendo su questi aspetti mi cade l'occhio sulla carta di identità, la nostra (con tutta probabilità) obbligazione derivante dalla disposizione fiduciaria stabilita alla nostra nascita.


Siamo nati divinità ma non lo sapevamo e dopo un attimo eravamo solo più un corpo fisico (persona fisica) separati dalla nostra anima e spirito, che poi sono i nostri rispettivi amministratore e fiduciario presi in ostaggio, separati per sempre per mano di quella autorità religiosa che si è presa l'onere, bontà sua, di tenerli in consegna fino a che morte non ci riunisca (forse se ce lo concedono) per un attimo. 


Così per tornare alla carta di identità vedo un sigillo chiaro e così evidente che non si nota quasi, parlo della stella a 5 punte il pentacolo. Potremmo scrivere tante pagine solo su questo simbolo ma quello che ci interessa ora è come viene usato in magia cerimoniale. 


Un pentacolo inscritto all'interno di un cerchio è adoperato, tra le altre cose, per trattenere le entità evocate all'interno, nell'ambito della evocazione, per evitare che le entità evocate possano "sfuggire" nel mondo esterno accidentalmente. 


Sarà un caso .. facciamo un passo indietro... ci hanno appena resi delle persone fisiche ovvero pezzi di carne morta, o qualcuno direbbe rappresentanti di un disperso in mare, o altri direbbero mostri marini perché sorgiamo dal mare dell'inconscio umano e appena nati è recisa quella parte di noi che con quel mare ci avrebbe potuto metter in contatto per riunificarci; 


Poi per evitare che ci riappropriamo di ciò che è nostro veniamo racchiusi all'interno di un cerchio magico sigillato dal pentacolo, e per finire, dulcis in fundo, ecco comparire due lobi intorno al pentacolo cerchiato, (invero un cerchio dentato come un ingranaggio simbolo del "valore" del lavoro oppure simbolo della meccanicità; noi burattini meccanici lo capiremo mai?) he he he 


Due Dicevo, due mezze corone, una di quercia che simboleggia la forza e dignità del popolo ed una di ulivo simbolo di pace. Sarà un caso che queste due semisfere racchiudono il cerchio pentacolato come due gusci? 


Due lobi che a guardarli par di vedere le famose fasce di Van Allen le quali nello stesso modo racchiudono la nostra amata Gaia comportandosi come "specchi magnetici" vale a dire riflettori della supposta realtà vista da gli occhi di noi povere persone fisiche.


 Lo specchio che circoscrive la caverna platonica, il guscio che racchiude maya è così completato.  Tutto in un simbolo, un logo, un sigillo per mantenere un dio potentissimo in catene, chiuso nel pentacolo cerchiato, illuso dal gioco di specchi. 


Forse per questo e anche per questo non siamo mai nati davvero nella nostra interezza. Rabbrividisco e penso che il nostro cuore in catene si è scaldato abbastanza per risplendere come il sole, la pressione delle forze opponenti ha compiuto il suo lavoro ed il suo corso. 


Ora trema la terra il fuoco divino divampa, un altro passo verso l'infinita perfezione dell'inconcepibile ha calcato la terra cruda, matrice della evoluzione. 


P.S.Un tema su cui riflettereAutocertificazione. Un semplificazione burocratica o l'ennesima auto identificazione con lo zombie della persona fisica, cittadino etc etc?  ci siamo auto certificati no? se non lo sappiamo noi chi siamo con chi dovremo mai prendercela? he he he :-) 


Articolo di Mi-La.


Evitate di sottostimare l'energia delle nostre pratiche...

Con Amore 

Sandro di Gaia

5 commenti:

  1. E come ci si può liberare da queste maledizioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diversi metodi:
      Basta usare i loro documenti.
      Basta firmare i loro documenti.
      Farsi un AutoIncantesimo, dove benediciamo quello che hanno fatto per noi(risveglio) e rigettare i loro sigilli.

      A U T O - A I U T O

      Elimina
    2. Ho capito intendi dire che non devo più usare quei documenti, corretto?

      Elimina
  2. In che senso "usare i loro documenti, firmare i loro documenti"? La carta d'identità ad esempio è già firmata da me, scusami ma non capisco bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evitare di firmare qualsiasi modulo per fare qualsiasi cosa con il sistema...

      Elimina