AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Comunicare in pace ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Il linguaggio usato e' quello di senso comune, ovvero il volgare. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità. In nessuno modo e forma l'autore promuove comportamenti che possano mettere a repentaglio la pace, la sicurezza, la salute e la vita.

martedì 30 aprile 2013

La proprietà

Ciao Fratello Caro

La questione proprietà, e' davvero delicato. Cominciamo con il dire che e' pura follia. E si, al massimo siamo usufruttuari fino alla fine dei nostri giorni di un determinato bene.

Dopo tutto, come potete fisicamente possedere una macchina od una casa?? Neanche il "nostro" corpo e' nostro, alla nostra morte, l'universo si riprende tutto!

Quando parlo di morte, parlo di quella fisica ovviamente :) Già solo questo ci dovrebbe far sentir meglio, ed eliminare dai nostri modi di vivere questa cosa del "possesso".

Detto, ciò, perché il sistema ci "può" levare a suo piacimento le nostre "proprietà"? Semplice, sono loro!

Ogni volta che registriamo, qualcosa, ne perdiamo di fatti i diritti di "possesso", e li cediamo al sistema!

Fate fatica a crederci? Provate ad evitare di pagare qualche tassa sui tuoi beni, la macchina, la casa, ect..

Ancora credi di possedere qualcosa oltre che la Divinità che Sei?? Fintanto che i nostri bene sono sotto l'entità giuridica Italiana (NOME E COGNOME), siamo sempre esposti alle Loro volontà..

Dati i punti precedenti, come si può dire frasi del tipo:"Questo e' suolo Italiano?", quando sappiamo bene che L'Italia e' una finzione giuridica, o meglio una società per giunta chiusa?.

Questa Terra e' Territorio Sovrano di Gaia, del quale al massimo possiamo aver l'uso frutto, nel pieno rispetto di Nostra Madre Gaia!

Con Amore
Sandro di Gaia

1 commento: